Open Data

Regione Lazio, due bandi FILAS di supporto agli open data

La Regione Emilia Romagna mette strutture e disegna servizi più immediati e di supporto effettivo a utilizzatori, associazioni di cittadini e rappresentanti di produttori. E la Regione Lazio come “risponde”?  Come ha percepito il modello diventato legge? Ma soprattutto come cerca di attuare e diffondere la legge stessa? All’Opendataday ne abbiamo Parlato con Maria Rita Minelli di...

Decreto crescita: giustizia, sanita’, scuola, open data. Cosa cambia davvero?

Tutto tutto, niente niente. Mentre Cetto La Qualunque ed altri due “loschi figuri” si preparano ad una campagna elettorale cinematografica sinistramente somigliante a quella che ci apprestiamo a vivere nel mondo reale, abbiamo la nostra agenda digitale – all’interno dell’approvato decreto crescita 2.0 – e guardiamo al 2013 convinti che di strada da fare ce ne si...

Le regioni come valore aggiunto degli open data: l’esperienza dell’Emilia-Romagna

Ci sono regioni e regioni. Alcune, come ad esempio il Lazio, si stanno già mettendo in luce con progetti finalizzati alle start up e alla loro diffusione nel territorio. Altre, come ad esempio l’Emilia-Romagna, patria di innovazione concettuale ed effettiva e incubatore sociale di tantissime iniziative atte al miglioramento della vita dei cittadini sfruttando le nuove tecnologie, si conferma...

Il decreto crescita e’ legge, start up e agenda digitale in rampa di lancio

Salvo. Tocca il cuscino di prima base un attimo prima del rumore della palla dentro il guantone, il decreto crescita 2.0 contenente “pillole” di agenda digitale, e con la speranza che poi si sviluppi un vero programma su open government, rete, cloud computing e quant’altro rispetto ai singoli abbozzi di questa incompleta legge. Nell’oceano sperduto dei provvedimenti a risch...

Open data e cultura: come istruire PA, cittadini, enti locali

La comunità c’è, il sito pure, l’agenda anche. Ora manca solo la contaminazione. Del resto quella dei dati aperti è una vera missione di proselitismo, o meglio, di informazione consapevole. Si tratta di raccogliere informazioni, renderle più semplici da comprendere, e coinvolgere quanti più attori possibili. Solo così anche in Italia l’Opendataday avrà un senso di esistere. ̶...

Opendataday: i video racconti della giornata dei dati aperti

E’ cominciato tutto molto prima, precisamente nel lontano 2011. L’Opendataday è un’invenzione americana, una sorta di hackathon, di contenitore di idee per sviluppare, capire e migliorare l’utilizzo di quella tipologia di dati pubblici che possono essere resi fruibili, leggibili e condivisibili per amministrazioni, cittadini, imprese. In Italia non ci aveva provato ancora n...

Dati aperti: qualita’ e questione meridionale

Dalla conoscenza al senso dei dati, il tutto osservato da un punto di vista privilegiato come il portale Dati.gov.it, riferimento del FormezPA per l’open government in Italia. C’era eccome, la pubblica amministrazione, al preview bolognese dell’Opendataday 2013: chi, meglio dell’organo di riferimento pubblico italiano, può darci dei riferimenti sullo stato dell’arte, ...

Diffusione della conoscenza: il senso dell’Opendataday

Si fa troppo presto a dire open data. Soprattutto senza strategia, senza accorpamento di dati, informazioni, soluzioni. Ecco a cosa servirà l’Opendataday 2013: a fare chiarezza su una pratica che dovrà diventare effettiva e non più teorica, e in particolar modo sul chi, sul come e sul cosa, tre particolari decisivi per lo sviluppo futuro dei sistemi open data nella pubblica amministrazione e...

Open data e mercato: quali dati richiede l’economia? L’Istat cambia modello

L’Opendataday è innovazione ma anche speranza, obiettivi, proposte. Soprattutto è open data. Dati aperti in cerca d’autore, si potrebbe quasi sostenere. E, partendo dal principio, nel viaggio che ci porterà da qui alla terza edizione del 23 febbraio, la giornata esplorativa di mercoledì 5 dicembre a Bologna ci ha consegnato diversi spunti. Pareri e novità che ci arrivano dai protagonis...

Open data, la Regione Lombardia promuove l’utilizzo

Riprendo quanto ha scritto Gigi Cogo nel suo post dell’altro giorno “Dalla teoria alla pratica”: Purtroppo, in questi ultimi anni di evangelismo sul modello di dati aperti si è trascurato il modello di sviluppo, ovvero la modalità con la quale gli Open Data possono diventare valore. Troppo spesso ci si è concentrati sull’apertura a prescindere, senza pensare al reale valore che d...

OpenDataDay2013: adesso si parte!

Ieri a Bologna abbiamo scaldato i motori, adesso si parte! La terza edizione dell’International Open Data Day, che si svolgerà il 23 febbraio 2013, sarà il primo appuntamento di un percorso ambizioso che vuole portare compiutamente la rivoluzione dei Dati Aperti nel nostro Paese. È questo quanto è stato deciso in una riunione molto affollata e partecipata che ha avuto luogo il 5 dicembre a Bologna...

Opendataday Italia

Domani 5 Dicembre, in occasione dell’Opendataday Pionero sarà presente a Bologna come media partner di Opendataday Italia e si attiverà per il live blogging e una serie di interviste ai protagonisti. Oltre che sul sito di Pionero si potranno seguire i lavori su Twitter: #opendatadayit #PioneroIT Per l’occasione lanciamo anche il widget ufficiale di Pionero che potete pubblicare sui vos...