information technology

Le conseguenze dell’innovazione della PA: quello che i burocrati non vogliono cambiare

Queste considerazioni nascono dopo la lettura dell’articolo del Corriere della Sera “Processo telematico, la carta resta. Le notifiche via email vanno stampate“. Al titolo si aggiunge una descrizione che è tutta una programma “Debutto rompicapo per il processo penale telematico – Al ministero in diverse riunioni è stato esplicitato che il fax è lo strumento più affidabile&#...

Innovazione: la maturita’ del “change or die”. Una visione “non quantitativa” dell’Agenda Digitale

Proviamo a definire in modo un po’ meno entusiastico il concetto/esortazione “change or die” riferito all’innovazione. Abbandoniamo cioè la nostra aria di superiorità verso coloro che non sono entrati ancora nel “magico mondo” dell’Information and Communication Technology. Normalmente il concetto “change or die” viene interpretato come: “...

Delegifichiamo l’IT nella pubblica amministrazione! Una proposta concreta

Mi ero davvero seccato di tutti quelli che perdono tempo a discettare della PEC, di quelli che parlano di carta d’identità elettronica, di quelli che parlano di open data per vedere gli stipendi dei Sindaci e di altri dirigenti della della pubblica amministrazione. E poi mi sono indignato nel vedere le graduatorie sulle smart city nelle quali la deburocratizzazione della Pubblica Amministrazione n...

L’economia digitale ha le vertigini: giu’ la vecchia IT, su la nuova (smartphone, social media, cloud). Il rapporto Assinform

I numeri dell’economia digitale sono implacabili, quest’anno più che lo scorso: l’Information Technology italiana è nel pieno della recessione. Quasi 4 miliardi persi dal 2008 ad oggi, ci assesteremo a fine 2013 a 18.215 milioni di euro, con un calo del -4% rispetto al già negativo 2012. Tutti e tre i segmenti sono in calo: Hardware -9,5%, Software -3,2%, Servizi IT -4,3%. E lo s...

ViniVeri: metti il wireless nel vigneto

L’aggiornamento del settore agricolo sia sul fronte della gestione agronomica dell’azienda che su quello della ricerca fitopatologica sta sempre più avvicinando l’agricoltura all’ICT – information and communication technology –, in particolare per ciò che riguarda il rilevamento, la trasmissione, la concentrazione delle informazioni e l’impiego di piattaforme informative per l’interscambio di dati...