decreto crescita

L’Italia e’ un Paese per startup innovative? I numeri del MISE

Le startup innovative italiane, aggiornate a febbraio 2014, sono 1719: 30% delle quali situate nel Nord-Ovest, 28% nel Nord-Est, 23% al Centro e 19% nell’Italia meridionale e insulare. Numeri che emergono dalla prima Relazione annuale sullo stato d’attuazione della politica del Governo a sostegno dell’ecosistema delle startup innovative del Ministero dello Sviluppo Economico. Il MISE aggiung...

Startup innovative e detrazioni fiscali: istruzioni per l’uso

Incentivi fiscali e detrazioni nelle dichiarazioni dei redditi per chi investe in startup innovative: come anticipato sabato su Pionero, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il il testo del Decreto del Ministero del Tesoro e del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede importanti agevolazioni fiscali per chi investe in startup innovative negli anni fiscali 2013, 2014, 2015 e, a seguito d...

Libri digitali, c’e’ il decreto: tutte le linee guida degli ebook (in colpevole ritardo)

Delle due l’una: i libri digitali sono un passaggio obbligato oppure nel passaggio dalla carta al digitale non interessa uniformarsi all’Europa e un mondo che non è tecnologico ma semplicemente evoluto. Chiediamo ovviamente aiuto all’amico Michele Vianello, che sul tema si è sempre dimostrato molto ‘caldo’, mentre prendiamo spunto dalla firma del decreto ministeriale ...

L’Italia ha la penultima agenda digitale d’Europa. Banda larga, sanita’, dematerializzazione: servono fatti non mezzi decreti inattuabili

Se qualcuno si stupisce, evidentemente non conosce bene l’agenda digitale italiana e i suoi derivati: la fiera del rimando, dell’emendamento bis e tris, del vorrei ma non ho tempo, anzi non ho i soldi, e soprattutto del “prima mettiamo a posto altre cose poi pensiamo al digitale“. Come se fosse un oggetto non ben identificato, l’agenda digitale italiana si è ripresa n...

Agenda Digitale, Caio punta alla qualita’ dei servizi al cittadino. Passi la banda larga, ma la carta d’identita’ elettronica non si sostiene piu’

Qualità dei servizi al cittadino???? Sacrilegio! L’agenda digitale del nuovo Mister Agenda Digitale, Francesco Caio da Avio, qualche settimana fa insignito del ruolo di salvatore della Patria digitale direttamente on Twitter dal Presidente del Consiglio Letta, inizia a prendere forma a suon di dichiarazioni più o meno già sentite. Intervenuto al ForumANSA, Caio ha parlato di Città della Scie...

Agenda Digitale tra Stati Generali e ansia da prestazione: il premier Letta fa partire la missione. Funzionera’?

C’è sempre tantissima agenda digitale, nell’idea tutta italiana che “panta rei”, tutto scorra senza dargli una spinta. Qual’è il senso di Internet, dei cittadini collegati tra di loro e con la pubblica amministrazione, di un futuro che il Presidente del Consiglio Enrico letta traccia tra Twitter e il Festival dell’Economia di Trento lanciando una imminente ̶...

Agenda digitale, flop senza fine. Il sistema pubblico di connettivita’ vale 3.5 miliardi di euro: chi se lo prende?

Tutti la vogliono, tutti la “auspicano” (l’auspicio è uno di quei sostantivi semplicemente fastidiosi perché implica un vorrei ma non posso di base), nessuno – in primis il Governo – fa in modo di attuarla: l‘agenda digitale continua a latitare, e il bello è che se non ne parliamo noi e qualche altro pseudo-sognatore di una modernità obbligatoria e non vessatori...

Governo Letta: falsa partenza sul digitale

Nel discorso alla Camera il neo presidente del Consiglio Letta non ha trattato il tema del digitale, se non in modo marginale, qualche volta improprio, il che non depone a favore del neo Governo Letta. La sottovalutazione espressa potrebbe infatti rischiare di tradursi in politiche sbagliate e dannose per l’Italia. Al governo che si forma può essere utile riflettere sul metodo da adottare oltre ch...

L’identikit della start up innovativa

L’idea è semplice e altrettanto utile: favorire l’occupazione giovanile e lo sviluppo tecnologico, usando il primo fattore come volano per il secondo e viceversa. Per riuscirci, basterà tenere a mente il perfetto identikit della start up innovativa, una specie di vademecum di cosa, come, quando e soprattutto come queste nuove imprese agevolate possono prendere vita e, magari, anche dec...

Decreto crescita: giustizia, sanita’, scuola, open data. Cosa cambia davvero?

Tutto tutto, niente niente. Mentre Cetto La Qualunque ed altri due “loschi figuri” si preparano ad una campagna elettorale cinematografica sinistramente somigliante a quella che ci apprestiamo a vivere nel mondo reale, abbiamo la nostra agenda digitale – all’interno dell’approvato decreto crescita 2.0 – e guardiamo al 2013 convinti che di strada da fare ce ne si...

Il decreto crescita e’ legge, start up e agenda digitale in rampa di lancio

Salvo. Tocca il cuscino di prima base un attimo prima del rumore della palla dentro il guantone, il decreto crescita 2.0 contenente “pillole” di agenda digitale, e con la speranza che poi si sviluppi un vero programma su open government, rete, cloud computing e quant’altro rispetto ai singoli abbozzi di questa incompleta legge. Nell’oceano sperduto dei provvedimenti a risch...

L’agenda digitale accelera. Si, ma contromano

Sarà fondamentale non avere ansia da prestazione, e vagliare al meglio tutto quello che serve all’Italia per digitalizzarsi con senso logico, il che significa modernizzare il Paese ma anche farlo risparmiare, perché la tecnologia serve a migliorare l’utilizzo delle risorse, non ha perdere tempo su un telefonino cercando dati che poi vanno stampati per legge. L’agenda digitale, qu...

  • 1
  • 2