decreto crescita 2.0

Libri digitali, c’e’ il decreto: tutte le linee guida degli ebook (in colpevole ritardo)

Delle due l’una: i libri digitali sono un passaggio obbligato oppure nel passaggio dalla carta al digitale non interessa uniformarsi all’Europa e un mondo che non è tecnologico ma semplicemente evoluto. Chiediamo ovviamente aiuto all’amico Michele Vianello, che sul tema si è sempre dimostrato molto ‘caldo’, mentre prendiamo spunto dalla firma del decreto ministeriale ...

Libri digitali, l’eterna illusione: altro rinvio altra occasione persa. Incompetenza e presunzione impediscono l’affermarsi della #agendadigitale: Letta fai dimettere la Carrozza

Trasecolo: si blocca quel poco di agenda digitale che si pensava di introdurre nella scuola italiana. Ma come si fa ad affermare che “l’accelerazione sui libri digitali non poggiava su alcuna seria e documentata validazione di carattere pedagogico e culturale, così come non sono state valutate le possibili ricadute sulla salute di bambini e adolescenti esposti a un uso massiccio di apparecch...

Startup innovative, online i modelli di certificazione per iscriversi al registro Imprese. Srl a 1 euro anche per gli Over 35

Importanti novità sul fronte startup innovative? Pare di si, anche se, come sempre, aspettiamo il corso finale degli eventi per esprimere un giudizio complessivo: da qualche giorno, comunque, sono disponibili i moduli elettronici per certificarsi. L’autocertificazione dei requisiti delle start up e degli incubatori certificati per l’iscrizione nella sezione speciale del registro impres...

Agenda digitale: dal decreto del fare agli elementi del cambiamento possibile

Le critiche e le proposte sul decreto del fare in tema di governance per l’Agenda Digitale possono essere inserite in un percorso più ampio, strategico che, intrapreso con convinzione e organicamente, può creare le condizioni per un cambiamento culturale anche nel nostro Paese. Nessuna sorpresa, alla fine. Il testo finale del decreto del fare ha certificato ancora una volta come la buona vol...

Agenda Digitale, gli obiettivi europei e gli “n” livelli di responsabilita’ italiani

Tra dire, fare, lettera e testamento (lasciamo perdere il baciare) i giorni passano e l’agenda digitale latita, tanto che le notizie più gustose, sul tema, negli ultimi 4-5 mesi restano la querelle sull’Agenzia per l’Italia Digitale, l’investitura di Francesco Caio via Twitter e questa parvenza di wifi pubblico (aperto o libero non si capirà mai) di cui si attendono con imp...

La strategia e la governance: riflessioni in attesa del testo definitivo del decreto del fare

Il comunicato sul decreto del fare contiene dei punti sull’Agenda Digitale sui quali è utile fare delle riflessioni preliminari, anche nell’ottica di suggerire precisazioni e chiarimenti che appaiono opportuni. Anche per affermare la consapevolezza che l’Agenda Digitale è in buona parte da definire. Le buone notizie Dal comunicato stampa del CdM del 15 giugno emerge certamente la buona notizia che...

Agenda digitale, tra startup e banda larga ci mancava solo il Ministero (in)competente

Startup, banda larga, smart city, agenzia per l’Italia digitale (fermo restando la sua utilita’ presunta): ogni settimana che passa qui, sul fronte agenda digitale, non cambia niente e noi restiamo indietro, perdendo inevitabilmente occasioni. L’ultimo appello è arrivato da Italia Startup, che ha fatto sentire la sua voce al Digital Economy Forum organizzato dall’Ambasciata Ameri...

Governo Letta: falsa partenza sul digitale

Nel discorso alla Camera il neo presidente del Consiglio Letta non ha trattato il tema del digitale, se non in modo marginale, qualche volta improprio, il che non depone a favore del neo Governo Letta. La sottovalutazione espressa potrebbe infatti rischiare di tradursi in politiche sbagliate e dannose per l’Italia. Al governo che si forma può essere utile riflettere sul metodo da adottare oltre ch...

Letta e l’Agenda digitale: un nuovo corso per l’innovazione in Italia?

Monti l’ha varata e ora qualcuno la deve attuare: stiamo parlando naturalmente dell’Agenda digitale, il pacchetto di misure che hanno lo scopo di favorire l’innovazione e la crescita economica del nostro Paese, ufficialmente entrate nel nostro ordinamento con il c.d. decreto crescita 2.0 (il d.l. 179/2012). Su diciannove delle novità introdotte soltanto cinque sono già effettivam...

Agenda digitale in Gazzetta Ufficiale: il testo

È stata pubblicata – nella Gazzetta Ufficiale di ieri (n. 294 – suppl. ord. n. 208)  – la legge 17 dicembre 2012, n. 221 con cui è stato convertito il decreto-legge 179/2012, noto come “decreto 2.0” o “agenda digitale”. Di seguito il testo del decreto coordinato con la legge di conversione.   Sezione I – AGENDA E IDENTITA’ DIGITALE Art. 1 Attuaz...

Decreto crescita: giustizia, sanita’, scuola, open data. Cosa cambia davvero?

Tutto tutto, niente niente. Mentre Cetto La Qualunque ed altri due “loschi figuri” si preparano ad una campagna elettorale cinematografica sinistramente somigliante a quella che ci apprestiamo a vivere nel mondo reale, abbiamo la nostra agenda digitale – all’interno dell’approvato decreto crescita 2.0 – e guardiamo al 2013 convinti che di strada da fare ce ne si...

Il decreto crescita e’ legge, start up e agenda digitale in rampa di lancio

Salvo. Tocca il cuscino di prima base un attimo prima del rumore della palla dentro il guantone, il decreto crescita 2.0 contenente “pillole” di agenda digitale, e con la speranza che poi si sviluppi un vero programma su open government, rete, cloud computing e quant’altro rispetto ai singoli abbozzi di questa incompleta legge. Nell’oceano sperduto dei provvedimenti a risch...