censura

Twitter bloccato in Turchia: #TwitterBlockedInTurkey

“Il popolo non si piegerà! La Turchia non sarà sconfitta”. Questo il testo dell’ultimo Tweet del Primo Ministro Turco Recep Tayyip Erdoğan cinguettato in rete ieri sera alle 22.00 per pubblicare il video dello spot elettorale, censurato dalla magistratura turca poichè viola la legge elettorale che impedisce l’utilizzo della bandiera nazionale a fini di campagna. Pochi minut...

Turchia: il governo potrebbe chiudere Facebook e YouTube

Il governo turco potrebbe chiudere Facebook e Youtube, se necessario. Lo ha dichiarato il Primo Ministro Recep Tayyip Erdoğan in una intervista rilasciata alla tv Turca ATV, promettendo di prendere nuove iniziative dopo il 30 Marzo, giorno delle elezioni amministrative. Nelle scorse settimane, il Parlamento ha approvato la controversa legge su Internet che consente di far chiudere un sito internet...

Erdogan, nuova censura di Internet

In questi giorni il Partito per la Giustizia e la Libertà (AKP) di Recep Tayyip Erdoğan  ha presentato una proposta di legge che, qualora approvata, aprirebbe utleriormente la strada a possibili operazioni di censura di internet. Attualmente la normativa prevede il blocco di pochi tipi di contenuti considerati illegali, come per esempio la pedo-pornografia, materiali osceni, contenuti relativi al ...

I piu’ grandi censori su Facebook? Siamo noi, io e te!

Facebook conta circa 1 miliardo di utenti, alcuni vanno via ogni tanto, poi tornano, poi rivanno. Sta di fatto che la piattaforma di Zuckerberg è, proprio per questo motivo, oggetto di studi di ogni genere: sociologici, psicologici, etnografici, pan per i denti di aziende di vario tipo. Gli utenti della piattaforma blu e i loro comportamenti sono sempre più spesso oggetto di interesse dei ricercat...

Niente censura, a Dubai vince Internet: la rete resta libera

Internet è salva, viva Internet. Tra confusione, super limousine connesse in real time e due settimane di “all inclusive” su diritti della rete, privacy, libera concorrenza e pericoli di monopoli digitali, tutto resta al suo posto. La World Conference on International Telecommunications che si è conclusa a Dubai lo scorso week end, non rivoluziona nulla a livello di controllo di Intern...

Occhi su Dubai: il futuro di Internet e la purezza della rete

Tutti a Dubai, che si sta caldi. Hotel a 4 stelle in mezzo al deserto, Internet che prende anche sotto le dune. Però il mondo reale è un altro. Tipo quello di Djacarta, Varadero, Tegucigalpa e Sant’Angelo in Vado (quattro posti assolutamente a caso con qualche problemino di digital divide che eventualmente può sorgere), anni luce lontani da smart city e startup di riferimento (ancora Parigi,...