burocrazia

Storie raccontate di mala burocrazia italiana: dalle Poste alle Ferrovie dello Stato

Vi riporto un dibattito a più voci che si è svolto sulla mia bacheca di Facebook. Il dibattito parte da un episodio che mi ha visto come testimone e si è poi dipanato a più voci. Lo riporto integralmente per far comprendere, ancora di più, i danni infiniti prodotti al Paese dalla burocrazia. In questo caso il “digitale” dimostrerà tutta la sua utilità se non si ridurrà ad essere una forma di “digi...

Tom Peters: come liberare l’organizzazione dall’organizzazione

Tom Peters (1942-vivente), uno dei maggiori esperti di top management e organizzazione aziendale della nostra epoca, è stato executive e partner di McKinsey & Company e oggi è presidente della Tom Peters Company, una società mondiale di formazione e consulenza per le imprese. Fra i suoi clienti annovera Rolls-Royce, Starbucks, Bank of America, Continental Airlines, Virgin Direct e Intel. Tom P...

Gareth Morgan: dall’organizzazione all’auto-organizzazione

Non si può parlare di organizzazione aziendale senza citare Gareth Morgan (1943-vivente), Distinguished Research Professor presso la York University di Toronto, dove insegna presso la Schulich School of Business. I suoi contributi al pensiero manageriale sono stati spesso riconosciuti e premiati a livello internazionale, in particolare è stato eletto membro vitalizio dell’International Academy of ...

Michael Hammer e James Champy: lavoro e Business Process Reengineering

Michael Hammer (1948-2008) è stato un ingegnere americano, autore di management e docente di informatica presso il Massachusetts Institute of Tecnology. James Champy (1942-vivente) è stato presidente della società di consulenza Dell Perot Systems (ora Dell Services). Ancor prima fu presidente e amministratore delegato di CSC Index, la società di consulenza di direzione di Computer Sciences Corpora...

Edgar Schein: il primato della cultura organizzativa

Professore emerito di management alla Sloan School Of Management del Massachusetts Institute of Technology, Edgar Schein (1928-vivente) ha di fatto inventato il concetto di cultura organizzativa. Scrive Schein: La cultura è importante perché è un insieme di forze potenti, nascoste e spesso inconsce, che determinano il nostro comportamento individuale e collettivo, i modi della percezione, lo schem...

Henry Mintzberg: l’esigenza di distinguere tra diversi tipi di burocrazia

Henry Mintzberg (1939-vivente) è un accademico canadese, unanimemente riconosciuto come uno dei più grandi pensatori di management al mondo: Cleghorn Professor of Management Studies presso la McGill University di Montreal, la sua opera (1979; 1983) rappresenta il tentativo più organico e ambizioso degli anni Ottanta di sistemare in un quadro unitario le molteplici indicazioni scaturite dal dibatti...

Philip Selznick: pressioni delle lobbies e funzioni della leadership

Philip Selznick (1919-2010),  professore emerito di diritto e sociologia all’università californiana di Berkeley, è comunemente considerato il padre fondatore della prima fase dell’istituzionalismo nell’analisi organizzativa. Profondamente influenzato dal pensiero di Roberto Michels, il sociologo italiano che all’inizio del XX secolo aveva studiato la degenerazione del sistema di rappresenta...

Peter Drucker: la direzione per obiettivi

Peter Drucker (1909-2005), economista statunitense, è unanimemente considerato uno tra i maggiori studiosi, consulenti e autori di letteratura manageriale. Nato e vissuto a Vienna, nel 1937 si trasferì negli Stati Uniti per sfuggire alle persecuzioni razziali naziste. Dal 1943 divenne cittadino statunitense. Salutato da Business Week come “l’uomo che ha inventato il management”, Peter Drucker ha s...

Le inefficienze della pubblica amministrazione e i cittadini digitali: quanto tempo perso!

Le inefficienze della Pubblica Amministrazione, ma non solo, ci fanno perdere infinite quantità di tempo. Mai era apparso così vero il noto detto “il tempo è denaro“. La Fondazione Ambrosetti in un bellissimo studio “Stato, cittadini e imprese nell’era digitale“, ha quantificato in 40 miliardi di euro ogni anno il danno che il nostro Paese subisce per le perdite di tempo dovute alle di...

Crozier: i circoli viziosi della burocrazia e le indicazioni per il suo cambiamento

Per il ciclo burocrazia e innovazione, oggi è la volta di Michel Crozier (1922-2013), sociologo francese che ha insegnato alla Harvard University, alla Universitè de Nanterre e alla University of California. Ha fondato e diretto il Centre de Sociologie des Organisations ed è stato Direttore del Corso superiore di sociologia dell’Institut d’Etudes Politiques di Parigi. È stato, inoltre, membro dell...

Trasporti, burocrazia zero per studenti e insegnanti

Rinnovare la propria tessera abbonamento da studente o insegnante senza la necessità di esibire alcun documento per dimostrare la propria iscrizione o il proprio stato di dipendente del Ministero dell’Educazione Nazionale. A partire da settembre Eshot, la società di gestione dei trasporti di Smirne (Turchia), consentirà ad oltre 15.000 insegnanti e 250.000 studenti universitari di rinnovare ...

Le patologie della burocrazia nell’analisi post-weberiana di Robert King Merton

Una celebre frase di Weber è premonitrice del dibattito che si sarebbe sviluppato fin dai primi decenni del novecento tra i sociologi, orientato a superare il modello weberiano di burocrazia. …. I progressi nella sfera delle scienze sociali sono sostanzialmente collegati allo studio dei problemi pratici ed assumono l’aspetto di una critica al tipo ideale Il burocrate puro, nell’analisi weberiana, ...

  • 1
  • 2