anonimato

Diritti in Internet oggi alla Camera: ecco le 14 regole italiane per il web

La carta dei diritti in Internet è pronta, o almeno lo è in Italia. Cerchiamo di essere chiari: la carta non ha per ora alcun valore normativo, ma fissa 14 punti cardine per accompagnare i futuri sviluppi sociali e commerciali. Il testo della Dichiarazione dei diritti in Internet L’ha redatta una apposita commissione di esperti presieduta da Stefano Rodotà e fortemente voluta dalla president...

Costituzione di Internet: testo ufficiale della bozza online!

La Costituzione di Internet è realtà: sul sito della Camera è disponibile il testo (bozza) composto da 14 punti che sono disponibili alla consultazione su un’apposita piattaforma online nell’intento di raccogliere nei prossimi quattro mesi pareri e suggerimenti. Nella bozza, denominata Dichiarazione dei diritti in Internet, si afferma l’importanza di un’adeguata tutela dei ...

Il nickname sbarca anche su Google Plus: fine obbligo nome vero

Era rimasto l’unico social network dove c’era l’obbligo tassativo di iscriversi con nome e cognome: ora anche Google Plus si ammorbidisce rimuovendo l’obbligo di usare il proprio nome quando si usa il social. Così gli utenti di Google Plus potranno usare uno pseudonimo, un nickname o quello che più gli aggrada. Decisione obbligata, quella di Google Plus che rischiava seriamente d...