Autore: Marco Freccero

Foto del profilo di Marco Freccero
è stato per anni Web Editor del sito ilMac.net. Ha curato per BuyDifferent numerosi libri elettronici, firmato articoli di opinione, e decine di recensioni su software e hardware dedicato alla piattaforma Mac. Vive in provincia di Savona, e quando non sviscera gli aspetti più o meno nascosti del sistema operativo di Apple, cura il suo blog personale dove non parla di Mac: http://marcofreccero.wordpress.com/

Scrivere per il Web: la recensione

Scrivere è un’attività che affascina, e ha le sue regole. E scrivere per il Web? Lo si può fare per passione, tanto per fare, oppure per promuovere se stessi, l’azienda che si possiede o per la quale si lavora. Il libro di Daniele Fortis che si intitola “Scrivere per il Web” rappresenta una lettura tra le più utili che vi siano in libreria. In poco più di 250 pagine, l’autore prende pe...

Come sara’ il successore di Mavericks?

Apple ha annunciato per il prossimo 2 giugno (e si chiuderà il 6) la Conferenza Mondiale degli Sviluppatori (o WWDC). Gi occhi sono puntati sulla prossima versione del sistema operativo. La beta dovrebbe essere disponibile al momento dell’annuncio, o dopo, mentre la versione definitiva dovrebbe essere rilasciata entro l’autunno. Fin qui niente di nuovo. Come sarà il successore di Mavericks?  Le in...

Col Markdown, il testo torna multipiattaforma

È dei primi giorni del mese di febbraio la notizia che la piattaforma di blogging WordPress gestisce in maniera nativa il Markdown. Se si utilizza WordPress.com basta andare nelle Impostazioni, selezionare “Scrittura” e mettere il segno di spunta all’opzione “Use Markdown for posts and pages”. La stessa opzione è attivabile anche se selezioni “Discussione”...

Business Networking, non basta esserci… bisogna muoversi! Come?

Il sottotitolo del libro di Gigi Cogo e Simone Favaro sul business networking è “Come usare il social web per la creazione di relazioni professionali“. Si tratta perciò di una lettura destinata solo ai professionisti? Certo, quello è l’obiettivo proclamato dagli autori, ma sarebbe un errore valutarlo soltanto in questa maniera. C’è un sacco di buon materiale, di spunti che ...

La Rete e’ una vitamina per tutti… Basta un poco di buon senso e la pillola va giu’

Il web permette a chiunque di produrre contenuti. Anzi, siccome ha abbattuto le barriere di ingresso, possiamo affermare che la Rete è una formidabile vitamina, che consente a chiunque di esserci e di partecipare. Non solo. Grazie a essa, molte persone hanno creato realtà produttive in grado di produrre ricchezza, benessere, oltre a facilitare la vita o il lavoro a milioni di persone nel mondo. Co...

La privacy non ha mercato

Privacy, cambiamenti culturali? Dipende: il 2013 ha dimostrato che le grandi aziende fondate per cambiare il mondo (e molte ci sono riuscite: Microsoft; Google; Apple), non solo sono diventate ricchissime. E questo era il loro scopo. Ma hanno visto la fiducia che avevamo nei loro confronti, scricchiolare. La faccenda (se vogliamo liquidarla con questo termine) NSA è stata solo una delle ultime che...

Google: tre miliardi di dollari per dei termostati?

La notizia è risaputa, almeno credo. Google ha acquistato per 3,2 miliardi di dollari la società Nest. Di che cosa si tratta, e perché il motore di ricerca di Mountain View ha deciso di spendere così tanto? A dirigere e a co-fondare Nest, c’è Tony Fadell, l’uomo che ha guidato il gruppo di lavoro che in Apple ha creato l’iPod. Dopo il suo addio all’azienda di Cupertino, Fadell ha fondato questa az...

Un’agenda digitale in ritardo di quasi 70 anni

Il Governo ha assunto ulteriori esperti a proposito dell’agenda digitale. Non è mia volontà deridere gli sforzi che si fanno (purché si facciano). Né discutere delle qualità di quanti sono coinvolti in prima linea in questo compito. Mi permetto però di consigliare un investimento di 12 (dodici) euro. Quindi alla portata di chiunque. La casa editrice Bollati Boringhieri ha pubblicato per la p...

Apple: una scommessa a 64 bit

Il 22 ottobre prossimo ci sarà un evento targato Apple. La previsione più facile è che l’azienda presenterà l’iPad con processore A7 a 64 bit, il medesimo che si trova nell’iPhone 5S. Il punto è che questa architettura non è una bella notizia per i produttori PC, che vedono le loro vendite scendere mestamente. E proprio quel processore a 64 bit potrebbe complicare una situazione ...

Perche’ password e nome utente non bastano piu’? Il paradosso touch ID dell’iphone 5S

Cara e vecchia password, ciao ciao? Con l’apparizione sull’iPhone 5S del Touch ID, vale a dire il sensore di identità a impronte digitali, più di uno si domanderà a che pro. Perché il codice di accesso al proprio dispositivo è ormai considerato obsoleto? Oppure: che cosa c’è che non va nel duo “Password & Nome utente“, che usiamo per collegarci ai siti e completar...

A volte non basta essere Microsoft: la battaglia con Google chi logorera’?

C’era una volta Microsoft, e c’è pure adesso, giusto? Ma accadono delle cose che non suscitano nemmeno troppo interesse, eppure sono “enormi”. Quanto è accaduto tra Microsoft e Google di recente, dimostra come i rapporti di forza siano cambiati. E che il primo sia costretto non solo a rincorrere: ma anche a incassare rifiuti e bacchettate sulle dita. Per chi si fosse perso ...

Douglas Engelbart: quando la tecnologia si accarezza

È morto Douglas Engelbart, l’inventore del mouse. Tutti ne hanno scritto e lo hanno celebrato, con tanto di link al filmato del 1968, nel quale veniva mostrato il dispositivo più famoso del mondo tecnologico. Non passa giorno che non venga acclamato un nuovo servizio, lanciato dai ventenni o trentenni già milionari, e destinato a rivoluzionare il mondo delle reti sociali. Mi chiedo se Engelb...

Lost Password

Register