Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
in evidenza / Marketing / Web Marketing

La strategia più adatta per aziende B2B è davvero l’inbound marketing?

La strategia più adatta per aziende B2B è davvero l’inbound marketing?
3 minuti di lettura

Nell’organizzazione del piano strategico delle proprie iniziative di marketing, le aziende B2B si trovano periodicamente a valutare e scegliere le attività più efficaci da inserire all’interno. Le opzioni tradizionali, come pubblicità radio, TV, stampa, hanno perso molta della resa che avevano in passato. Mentre tra le opportunità emergenti e più innovative che vengono considerate dalle aziende c’è l’inbound marketing.

Molte imprese B2B che hanno già sperimentato questa metodologia hanno potuto constatare la sua efficacia: invece di agire alla cieca su un target generico, l’inbound cattura potenziali clienti già interessati al proprio business. Ma è davvero la strategia più adatta per le aziende B2B? A seguire alcune risposte che motivano la sua efficacia da diversi punti di vista.

L’inbound marketing converte sul lungo periodo

Generare vendite è l’obiettivo di qualsiasi strategia di web marketing, ma ci sono molti modi per portarlo a compimento. Con l’inbound, il lead viene attratto da contenuti specifici e continua a riceverne altri nel tempo, sempre più mirati alle sue necessità, costruendo un rapporto di fiducia con l’azienda. Il momento della vendita non esaurisce tutto lo sforzo compiuto, ma rappresenta un traguardo di un percorso che continua a fidelizzare e sostenere l’interesse del cliente nel tempo.

Rispetto alle strategie di marketing tradizionale, l’inbound rende quindi molto più semplice e naturale non solo le strategie di vendita per il B2B, ma anche il rapporto a lungo termine con la propria clientela e le attività di up-selling e cross-selling.

L’inbound marketing ha un ROI più elevato

Il ritorno dell’investimento (ROI) per le attività di inbound marketing B2B è più elevato rispetto a quelle di outbound marketing. Questo avviene perchè le persone con cui si entra in contatto corrispondono già a quelle interessate al proprio settore. Ad esempio, gli articoli creati e pubblicati sul blog aziendale verranno letti in gran parte da utenti che hanno cercato un termine attinente su Google e sono quindi già coinvolti nella tematica. A differenza di quanto avviene per la pubblicità su un quotidiano, che viene vista da un numero magari più alto di persone, ma con un tasso di interesse e conversione notevolmente inferiore.

L’inbound marketing è misurabile

Le attività di marketing tradizionale comportano costi notevoli per realizzare il contenuto della campagna e acquistare gli spazi per diffonderla. Tuttavia è difficile misurare con precisione il risultato di questi investimenti: quante persone hanno visto il messaggio, per quante volte, in quale contesto.

Invece le campagne di inbound marketing sono misurabili da ogni punto di vista: quanti sono i lead generati da ciascun contenuto, da dove sono arrivati, quale contenuto ha generato più interazioni. Così è possibile stabilire quali argomenti interessano di più, qual è il tono migliore per la propria comunicazione e studiare attività sempre più mirate per convertire i lead in prospect.

L’inbound marketing porta innovazione

Il mercato è cambiato. L’impresa B2B, qualsiasi sia la sua dimensione e prospettiva di mercato, probabilmente ha notato una diminuzione nelle rese delle attività di marketing negli ultimi anni. Acquisire un cliente costa sempre di più: la comunicazione commerciale continua ad avere costi elevati ma ottiene sempre meno risposte. Se non si cambiano mentalità e strumenti, i risultati saranno sempre gli stessi e tenderanno a peggiorare.
L’inbound marketing rappresenta un nuovo corso, in grado di allargare le prospettive e aprire nuove opportunità alle aziende B2B, proporzionalmente meno costoso delle tecniche di outbound e capace di portare clienti e profitti.

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui l’inbound marketing è oggi una strategia adatta e consigliata ad ogni azienda B2B. Per iniziare a utilizzarla e testarne i benefici, possono essere impiegate delle risorse interne, opportunamente formate. Oppure, per un risultato più rapido ed efficace, può essere coinvolta un’agenzia di inbound marketing, in grado di seguire attività, modi e tempi in modo professionale e continuativo.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register