Premio Egov story: PayBox migliora la vita di cittadini, comuni e pubblici esercizi

Scritto da:     Tags:  , , , , ,     Data di inserimento:  5 novembre, 2015  |  Nessun commento
5 novembre, 2015
premio_egov_paybox

Visite: 1574

Al Premio Egov 2015, PayBox ci è arrivato assieme al Comune di Frascati e al Comune di Monsummano, che hanno presentato l’app come servizio innovativo fornito dalle loro amministrazioni.

Ringrazio il capo gabinetto di Frascati, Giampiero Pisciolini, e l’assessore del Comune di Monsummano, la signora De Caro: entrambi hanno scelto PayBox (www.pay-box.it) per il pagamento dei propri crediti, in particolare l’occupazione del suolo pubblico ma anche le multe e altri servizi minori“, è l’incipit di Andrea Carboni, esponente di PayBox presente a Smau Milano durante la cerimonia di premiazione del Premio Egov 2015.

Una manifestazione importante e interessante, di spunto a tutti i comuni che stanno valutando l’introduzione di una serie di progetti innovativi per cui sicuramente di stimolo per individuare nuove soluzioni che facilitano la vita al cittadino – continua Carboni -. In questo senso, noi riteniamo di presentare una realtà decisamente impattante sul territorio. PayBox è infatti un servizio che consente la gestione e l’incasso di tutti i crediti comunali attraverso i pubblici esercizi. Questo consente di valorizzare la rete esistente e di consentire ai cittadini che aderiscono a PayBox di pagare ovunque, presso edicole, bar, tabacchi, qualsiasi tributo comunale e servizio locale“.

PayBox è assieme rivoluzionario, visto che cambia lo status quo dei sistemi di pagamento, e molto semplice, considerando che si può pagare sotto casa. I vantaggi, quindi, sono di tre ordini. “Si, il primo è per il cittadino che evita le file in posta o in banca, poi c’è il comune che incassa in tempo reale il denaro e riconcilia, sempre in real time, la sua posizione debitoria, economizzando rispetto ad una serie di risorse prima impegnate all’incasso presso specifici uffici comunali. Infine, il pubblico esercizio, che incassa 95 centesimi a tributi e fidelizza la clientela, acquisendone di nuova. L’impatto, quindi, è molteplice. Per ora hanno aderito a PayBox una quindicina di comuni, tra i quali l’Unione dei Comuni Valdera“, altra realtà che ha partecipato al Premio Egov 2015.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: