Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

Netflix in Italia: cosa si vede, quanto costa, come funziona. Siamo pronti?

Netflix in Italia: cosa si vede, quanto costa, come funziona. Siamo pronti?
3 minuti di lettura

Domandone del venerdì: siamo pronti per Netflix o è roba per ‘americani’? Difficile dirlo, anche se propenderei personalmente per il no, visto che almeno 3 italiani su 4, di quelli che abitualmente utilizzano la rete e i video streaming, sanno perfettamente cos’è Netflix.

In effetti, per capire cos’è Netflix bisogna partire dalla sua storia. Si tratta di una società americana di noleggio di dvd e videogiochi nata nel 1997 e che dal 2008 fornisce attraverso una efficace piattaforma anche un servizio di video on demand di film e serie tv, noleggio virtuale di programmi. Si possono cioè guardare film, serie tv e documentari senza limiti. Primo problema: negli Usa la connessione è velocissima, in Italia troppo lenta per l’abbonamento Premium. Inoltre, l’offerta del catalogo è per ora deludente. Ma siamo sicuri che sia solo per questi due motivi che Netflix ancora non sfonda? Del resto, 1 mese di prova gratuita dovrebbe essere sufficiente a fugare i dubbi…

Netflix: l’offerta

Il catalogo di Netflix, si diceva, è per ora nettamente inferiore rispetto ai propri concorrenti Mediaset Infinity e Sky Online già attivi da tempo in Italia (a proposito, li conoscete? Ne avete mai sentito parlare?): in totale abbiamo 516 film (di cui solo un 20% è costituito da produzioni italiane, catalogate come “di respiro internazionale”), 170 serie TV e 144 documentari.

Diciamolo chiaro: il punto di forza di Netflix è rappresentato dalla serie tv: tra queste troviamo le ultime produzioni casalinghe come “Orange is the new black”, “Daredevil”, “Narcos” o “Sense8”, mentre manca invece “House of Cards” i cui diritti per la distribuzione italiana sono al momento detenuti da Sky.

Presente anche altri titoli interessanti come “How I Met Your Mother”, “House”, “Prison Break” e “Doctor Who”, oppure “Black Mirror” e “Californication”. Insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti, e di serie valide da scoprire (o recuperare) ce ne sono molte altre. Poi ci sono i bambini: l’animazione, su Netflix, è varia: spiccano Pokémon, Peppa Pig e My Little Pony. Per quel che riguarda i film, ci sono tanti titoli: Shrek, Dragon Trainer, Madagascar e Kung-Fu Panda i più famosi.

Netflix: come e dove si vede?

Prima di tutto, sappiate che per potere consultare il catalogo bisogna già essere iscritti e non è possibile, quindi, sapere in anteprima se c’è qualcosa che ti interessa: l’unica alternativa è consultare alcuni siti esterni, il che non è il massimo della vita per l’utente medio. Ora passiamo al come fare per vedere Netflix. Basta avere uno smartphone, una televisione, un tablet, un computer, o anche Google Chormecast, AppleTV, console per videogiochi: insomma, ovunque. Dicevamo della connessione internet: se salta, se altre persone la stanno già utilizzando per scaricare file o video o se c’è un rallentamento, lo streaming si interrompe.

Secondo Netflix, le velocità raccomandate per i 3 tipi di abbonamento sono 3 Mbit/s per la visione in qualità standard dell’abbonamento base, 5 Mbit/s per la visione in alta definizione dell’abbonamento standard, e 25 Mbit/s per la visione in qualità Ultra HD dell’abbonamento premium.

Abbonamenti e prezzi

Tre le possibilità di scelta:

  • abbonamento base da 7.99 euro: visione in qualità SD su un unico dispositivo alla volta;
  • abbonamento standard da 9.99 euro: visione in qualità HD anche su due dispositivi in contemporanea;
  • abbonamento premium da 11.99 euro: visione in qualità Ultra HD (per i contenuti presenti che hanno questa definizione) anche su quattro dispositivi contemporaneamente.

Per qualsiasi tipo di offerta scelta il primo mese è gratuito ed è possibile disdire l’abbonamento in qualsiasi momento, anche durante il periodo di prova, senza quindi pagare nulla. L’addebito, invece, sarà mensile su carta di credito o conto Paypal.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>