Apps & Mobile / in evidenza / Marketing / Social Media

Facebook Messenger e’ roba per tutti: con nome e cognome si chatta con tutti

Facebook Messenger e’ roba per tutti: con nome e cognome si chatta con tutti
1 minuti di lettura

In principio c’era la registrazione al social, poi ‘almeno’ l’indicazione del numero di telefono (in assenza del primo requisito). Adesso basta, Facebook Messenger si apre a tutti: basteranno infatti nome e cognome e sarà possibile chattare con tutti gli iscritti al servizio (non gli iscritti al social, attenzione alla distinzione).

Ricapitolando, non sarà obbligatorio essere iscritti a Facebook, così come non servirà il numero di telefono per comunicare con gli altri: ci sarà sufficiente avere nome e cognome e potremo usare Messenger con tutti, anche con coloro i quali non son nostri amici su Facebook. Facebook Messenger, insomma, diventa una chat completamente libera, se vogliamo anche più di Whatsapp (che peraltro è di proprietà di Facebook…).

A proposito: l’obiettivo, neanche troppo nascosto, è proprio quello di aumentare la popolarità di Facebook Messenger e magari ‘dar fastidio’ al monopolio incontrastato di Whatsapp. In realtà, la possibilità di scrivere attraverso Facebook Messenger a un non-amico esisteva già, ma il testo inviato finiva sepolto nella sezione “altri messaggi”, accessibile solo da computer e sconosciuta ai più. Con la novità, invece, questi messaggi avranno visibilità e l’utente potrà scegliere di rispondere e iniziare una chat, oppure decidere di ignorare il messaggio. In questo caso, gli eventuali nuovi messaggi dello stesso mittente finiranno nella cartella dei messaggi filtrati, insieme allo spam.

Dimenticate i numeri di telefono. Oggi l’unica cosa di cui avete bisogno parlare con chiunque nel mondo è il suo nome“, ha presentato la novità così, con una frecciatina a Whatsapp, David Marcus, responsabile di Facebook Messenger.

Unico dubbio, il rischio spam: l’apertura della chat a tutti potrebbe portare a fenomeni di spam da parte di singoli utenti o anche aziende. E allora? Pare Facebook lavorerà sul filtraggio dei messaggi impedendo che aziende o utenti privati inviano messaggi pubblicitari o ancora peggio, come ad esempio avviene per gli sms. Tuttavia, sarà sempre disponibile rifiutare il Message Request, magari da un mittente sconosciuto, affinché costui venga di seguito ghettizzato nello spam e non disturbi più.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>