SPID, d’autunno si sta come sugli alberi le foglie. Ecco le prime identita’ digitali

Scritto da:     Tags:  , , , ,     Data di inserimento:  16 luglio, 2015  |  Nessun commento
16 luglio, 2015
io_digitale

Visite: 1558

Le prime identita’ digitali italiane, riferite sia a privati cittadini che a imprese, arriveranno nel prossimo autunno. Lo ha riferito il Direttore Generale di Agid Antonio Samaritani, il quale ha illustrato il percorso che porterà al via il progetto cardine del Piano Crescita Digitale.

Si tratta del famigerato SPID (sistema pubblico di identita’ digitale), che aveva ricevuto l’ok del Garante Privacy a inizio luglio e dovrebbe rilasciare, entro fine anno, circa 3 milioni di identita’ digitali.

Così Samaritani: “I cittadini potranno accedere ai servizi digitali della PA in maniera sicura e garantita grazie a delle credenziali che verranno rilasciate dagli identity provider – soggetti privati accreditati e vigilati da AgID – per pagare il bollo auto dal portale della propria Regione, per cambiare il medico della mutua dal portale della propria ASL o per verificare la propria situazione contributiva“.

Dopo la fase di sperimentazione, alla quale hanno partecipato regioni ed enti pilota ha dato buoni risultati, ora l’Agid è al lavoro sulla definizione delle regole tecniche che permetteranno l’accreditamento dei primi Identity Provider. In autunno questi soggetti saranno pronti a rilasciare le prime identita’ digitali a cittadini e imprese e le amministrazioni che hanno partecipato alla fase di sperimentazione permetteranno l’accesso ai propri servizi digitali tramite SPID.

SPID, oltre a rappresentare un’importante occasione per migliorare l’accesso e quindi l’utilizzo dei servizi digitali della PA, è anche il primo tassello per implementare la strategia di modernizzazione dei rapporti tra cittadini, imprese e pubblica amministrazione – ha spiegato Samaritani – supportando le amministrazioni centrali e locali nella transizione al sistema di log-in federato, accelereremo anche sul piano dei pagamenti elettronici verso la PA. L’obiettivo di questo percorso che prevede un vero e proprio piano di ammodernamento, semplificazione e razionalizzazione dei servizi digitali è Italia Login, non soltanto una piattaforma per l’accesso unico ai servizi della PA, ma il progetto che permetterà alla pubblica amministrazione di mettere a sistema i passi avanti che stiamo compiendo“.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: