Al bancomat solo con lo smartphone: scatta l’era del QR Code

Scritto da:     Tags:  , , , ,     Data di inserimento:  6 luglio, 2015  |  Nessun commento
6 luglio, 2015
qrcode_bancomat

Visite: 2792

Finalmente ci siamo, e francamente in questo caso il pionere del servizio – Unicredit – conta fino ad un certo punto visto che a cascata tutti lo seguiranno: è infatti ufficialmente iniziata la rivoluzione del QR code (Quick Response Code), ossia quel quadratino bianco e nero presente sui biglietti dei concerti, sulle riviste, sui cartelloni pubblicitari e sui manifesti, ma la cui vera funzione ci sfugge.

Dallo scorso 15 giugno, infatti, si possono prelevare soldi al bancomat solo con il QR Code e il nostro smartphone: basta carte e password che spesso ci dimentichiamo o che teniamo in posti introvabili o ancor peggio ‘recuperabili’ troppo facilmente dai malitenzionati.

QR Code: cos’e’

Il Quick Response Code, meglio conosciuto come QR Code, è un codice a barre che contiene tutte le informazioni in una matrice che prende la forma di un quadrato.

Il servizio Unicredit

Dallo scorso 15 giugno, il QR Code semplifica le operazioni di prelievo agli sportelli ATM: il Prelievo Smart – disponibile per i possessori dell’applicazione “Mobile Banking UniCredit” installata sui sistemi iOS, Android e Windows Phone –  consente infatti a tutti di prenotare del contante sull’apposita app, indicando l’importo da prelevare e il conto di addebito.

Come funziona

Toccate in qualunque punto lo schermo dell’ATM e apparirà un codice QR. Inquadrandolo con lo smartphone, entro 30 secondi, si autorizza l’erogazione del contante da parte dell’apparecchiatura. Grazie al QR code, inoltre,  in molte città italiane, tra le quali Roma e Bari, vi è la possibilità di acquistare sia biglietti per i mezzi pubblici che i ticket per trasporti su treno a livello regionale.

Lascia un commento