Come ottenere Adobe Flash Player per Android

Scritto da:     Tags:  ,     Data di inserimento:  27 giugno, 2015  |  Nessun commento
27 giugno, 2015
Adobe Flash Player per Android

Visite: 8083

Google ha deciso ormai da tempo di non privilegiare più i contenuti in flash sui dispositivi Android, ma sono ancora molti i siti che propongono la tecnologia di casa Adobe. Vediamo allora come provare a installare questo software sul proprio cellulare.

Quando Google ha rilasciato l’aggiornamento del suo sistema operativo Jelly Bean (ora siamo alla versione 4.3) ha anche deciso di tagliare il supporto Adobe Flash Player per Android, che quindi non era, e non è, più scaricabile nel Google Play Store. Tuttavia è ancora molto alto il numero di siti e servizi che continuano a fare un uso pesante dello standard di Adobe, così come tanti sono quelli che continuano a utilizzare un sistema operativo Jelly Bean, Kit Kat o Lollipop sul proprio telefono o tablet, e che vogliono continuare ad accedere ai contenuti Flash come TV, giochi online e video.

Cosa si può fare? Per fortuna, Adobe ha compreso queste esigenze e permette agli utenti Android di scaricare il suo Flash Player direttamente dal suo sito web. Attenzione, però: vista la premessa fatta, non è possibile trovare tutti gli aggiornamenti di sicurezza, correzioni di bug o di supporto ufficiale di Adobe.

Inoltre, si possono verificare alcuni problemi significativi di stabilità durante il download e l’utilizzo di Flash, che tendono a peggiorare con i dispositivi Android che eseguono Jelly Bean 4.1 o più recente, per i quali come detto Google ha accantonato il software. Esistono comunque in rete una serie di guide per scaricare Adobe Flash Player per Android e installarlo sul proprio dispositivo, come quella realizzata da http://www.androidblog.it/: vediamo insieme come fare.

Sistemi operativi da Android 2.2 a 4.1. Se il nostro dispositivo utilizza ancora questi vecchi sistemi operativi, il procedimento è abbastanza semplice. Primo passo è accedere alle impostazioni di sicurezza del telefono per consentire il download di applicazioni al di fuori di Google Play, cliccando su Impostazioni> Applicazioni o Sicurezza, a seconda della versione), e selezionare la casella accanto a Origini sconosciute.

Poi, aprire il browser e accedere al sito di Adobe Flash Player, fino a trovare il link per il download per il proprio sistema operativo. Una volta cliccato sul pacchetto compatibile, il download del Flash Player dovrebbe iniziare automaticamente, e al termine è possibile tornare alla schermata iniziale o chiudere il browser. Ora la parte più “tecnica”: bisogna aprire le notifiche sul telefono e toccare il file dal titolo “install_flash_player.apk”, lanciando l’installazione; al suo completamento, fare di nuovo clic sul browser permettere l’attivazione dei nuovi plug-in, che consentiranno al proprio dispositivo di visualizzare i contenuti in Flash. Al termine di questa operazione conviene togliere la spunta ai “Contenuti di origini sconosciute”, così da mantenere sicuro il vostro dispositivo Android.

Le versioni più recenti

Chi invece ha uno smartphone o un tablet che monta sistemi operativi più aggiornati deve faticare un po’ di più, e superare il problema installando uno dei tre browser che ora presentiamo, ovvero FlashFox, Dolphin Browser o Puffin Browser. Il primo è stato a lungo il migliore per il modo in cui riusciva a rendere il contenuto Flash da siti web, e anche se il suo supporto si è fermato alle versioni più vecchie del software di Adobe, FlashFox continua a lavorare bene con la visualizzazione completa dei siti web (piuttosto che la versione mobile alleggerita).

Lo svantaggio di Dolphin Browser consiste nel fatto che è necessario configurarlo per lavorare con Flash, ma basta davvero poco a farlo: bisogna aprire i “contenuti Web” nel menù impostazioni, cercare il Flash Player e poi attivarlo. Poi, aprire il browser e scaricare il pacchetto di cui abbiamo parlato prima. In ultimo, Puffin Browser, che supporta anche le versioni più aggiornate di Flash Player, un vantaggio non da poco.

Lascia un commento