Tutti pronti per Apple Watch? Domani all’alba si parte! Informazioni e consigli

Scritto da:     Tags:  ,     Data di inserimento:  25 giugno, 2015  |  Nessun commento
25 giugno, 2015
Apple-Watch-press

Visite: 1585

Siamo arrivati al gran giorno del debutto di Apple Watch in Italia: da domattina, ore 7.01 (l’orario è specificato dalla scheda “Primo Piano” dell’app Apple Store, accompagnando la notizia con un link che rimanda direttamente alla pagina dedicata sul sito ufficiale dello smartwatch) il device si potrà acquistare in Italia.

L’orario si riferisce agli acquisti online, ovviamente, mentre a seconda delle singole aperture degli Apple Store fisici (8.30 o 9, nella stragrande maggioranza) potrete effettuare l’acquisto di persona. La domanda che tutti si pongono è: ma che disponibilità fisica ci sarà? Dipende dai modelli.

Oltre all’Italia, la procedura riguarda altri sei paesi, mentre in quelli dove Apple Watch è già disponibile all’acquisto l’orologio viene prenotato e poi ritirato direttamente in alcuni negozi (non tutti i negozi e non tutti i modelli).

Al momento non è chiaro se questa ulteriore opportunità sarà disponibile anche in Italia già da domani. Se così fosse, a partire dalle 7:01 potrebbe anche essere già possibile acquistarlo direttamente dal sito prenotandone il ritiro in un Apple Store, concludendo così l’acquisto – nel migliore dei casi – nel giro di qualche ora.

Apple Watch in Italia: prezzi e dove comprare

I prezzi di Apple Watch saranno diversi a seconda delle dimensioni: 38mm e 42mm. Capitolo a parte merita l’esoso Apple Watch Edition, la versione in oro 18 carati rosa o giallo, il cui prezzo parte da 11 mila euro fino ai 18 mila euro. Passiamo alle due versioni “per comuni mortali”: Apple Watch Sport costerà da 399 a 449 euro,Apple Watch Classic da 649 a 1.199 euro per il 38mm, da 699 a 1.249 euro per il 42mm.

Ripetiamo ancora: Apple Watch sarà disponibile sull’Apple Online Store, presso gli Apple Store e alcuni rivenditori autorizzati Apple.

Apple Watch: informazioni utili e consigli

Chissà se Apple Watch sfonderà in Italia come fatto negli Usa, dove sono già stati venduti 3 milioni di pezzi. Tramite Apple Watch si possono fare tantissime cose, anche se – va detto – il device dipende quasi completamente dall’iPhone. Senza Melafonino (possibilmente dall’iPhone 5S in su…) non vi riuscirete neanche a connettere ad Internet.

Ogni notifica che arriva ‘di qua’, insomma, arriva anche ‘di là’: vi verrà segnalata sul polso con una leggera vibrazione. In ogni caso, non preoccupatevi se il quadrante è ridotto: muovendo la rotellina possiamo regolare lo zoom dello schermo, ingrandendo le applicazioni e le immagini a nostro piacimento.

Apple Watch ha quattro sensori che rilevano la frequenza cardiaca e che, combinati il Gps dello smartphone, consentono di tenere sotto controllo la forma fisica e contemporaneamente la propria posizione geografica. Ultima informazione utile: tutti i modelli di Apple Watch, dallo Sport all’Edition, funzionano col sistema operativo watchOS.

 

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: