Agenda Digitale / Apps & Mobile / Beni comuni / Egovnews / in evidenza / Innovazione / Marketing

Attestato di rischio digitale: dal 1 luglio l’assicurazione non sara’ piu’ come prima

Attestato di rischio digitale: dal 1 luglio l’assicurazione non sara’ piu’ come prima
1 minuti di lettura

Scusa, potresti inviarmi il tuo attestato di rischio digitale. Cosa scusa? Conversazioni che tra circa 20 giorni potrebbero moltiplicarsi, in giro per l’Italia. Dal 1 luglio, infatti, andrà in pensione l’attestato di rischio cartaceo ed entra in vigore quello elettronico.

Per tutti gli assicurati (auto e moto), cosa cambierà nello specifico? Diverse cose, ad esempio che l’attestato di rischio potrà essere inviato dalle assicurazioni ai clienti tramite via mail o anche attraverso app su smartphone. Quindi, se la vostra polizza assicurativa scadrà dal 1 luglio in poi, potreste già ricevere l’attestato di rischio in formato elettronico.

Attestato di rischio digitale: cosa cambia

Esattamente come funzionava prima, riceveremo l’attestato di rischio almeno 30 giorni prima della scadenza della polizza, quindi rientreranno nella novità da giugno gli assicurati che hanno una polizza in scadenza a luglio.

Se prima l’attestato di rischio veniva spedito per posta, adesso lo troveremo nell’area dedicata sul sito internet della compagnia (home insurance”), ma in ogni caso potremo richiedere una consegna telematica aggiuntiva tra quelle previste dall’impresa (ad esempio posta elettronica, app per smartphone o tablet/dispositivi multimediali).

Cambio assicurazione: come fare?

Un’altra novità riguarda chi decide di cambiare compagnia: l’attestato di rischio, infatti, sarà conservato in una banca dati controllata da IVASS e non sarà quindi più necessario presentare il documento alla compagnia con cui si vuole assicurare il proprio veicolo.

Sarà quest’ultima, infatti, a recuperare le informazioni necessarie dalla banca dati. La stampa dell’attestato di rischio, quindi, avrà solo una valenza informativa e non la si potrà utilizzare per stipulare un nuovo contratto.

Altre novita’

Le compagnie assicurative dovranno informare i propri assicurati sulle modalità da seguire nel passaggio dal formato cartaceo a quello elettronico.  Questo cambiamento non sarà l’unico: in futuro IVASS vorrebbe avviare una seconda fase che consentirà di passare dall’attestato di rischio statico all’attestato dinamico, generato in continuo dal sistema.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>