Imu e Tasi 2015, ci siamo quasi. Calcolo e pagamento online

Scritto da:     Tags:  , , ,     Data di inserimento:  11 giugno, 2015  |  Nessun commento
11 giugno, 2015
imu_tasi_2015

Visite: 9439

Il Tax Day 2015, o meglio il primo dei due Tax Day, sarà il prossimo martedì 16 giugno quando scadranno i termini per il pagamento della prima rata di Imu e Tasi 2015, le due principali tasse sulla casa italiane.

Saranno chiamati a passare alla cassa i contribuenti di tutte le città d’Italia, compresi i grandi centri di Milano, Bologna, Roma, Firenze, Genova, Torino, Bari, Napoli, Palermo, Venezia, Trento, Perugia, Trieste, Cagliari, Campobasso, Potenza, Ancona, Aosta, Catanzaro, L’Aquila.

Aliquota di pagamento: occhio al cambio

Per prima cosa, va prestata attenzione all’aliquota applicata dal comune di riferimento. Se dovesse essere differente rispetto a quella del 2014, è necessario rifare i calcoli. Il primo passo, quindi, è controllare l’aliquota di Imu e Tasi 2015 collegandosi col sito delle Finanze o informandosi presso il proprio comune.

Secondo la situazione fotografata allo scorso 9 giugno da Confedilizia, ci sono circa 1.250 Comuni con nuove delibere Imu 2015 e 1.270 con delibere Tasi. Tra questi, i più ‘grandi’ sono Ancona, Aosta, Arezzo, Asti, Bologna, Cagliari, Cesena, Enna, Firenze, Forli, La Spezia, Lodi, Lucca, Padova, Pesaro, Pescara, Potenza, Rimini, Rovigo, Treviso, Urbino, Varese, Verona. In questi Comuni è consigliabile verificare cosa prevede la nuova delibera (che potrebbe anche non toccare le aliquote e magari agire sulle agevolazioni o altri fattori), e capire se è conveniente applicarla in sede di versamento acconto.

Calcolo dell’importo online

Fatto questo, si passa al calcolo dell’importo, che online può essere fatto usando diversi simulatori: segnaliamo quello del sito AmministrazioniComunali o di Riscotel. Sono comunque molti i comuni che hanno messo a disposizione una calcolatrice gratuitamente utilizzabile sul proprio portale, appositamente sviluppata per Imu e Tasi 2015 (primo fra tutti il Comune di Roma).

Pagamento

Per quel che concerne il pagamento con F24, Imu e Tasi 2015 possono essere versate o tramite bollettino postale o con modello F24 da presentare a uno sportello bancario o a un postale.

I codici tributo da utilizzare per il pagamento dell’Imu sono 3912 per abitazione principale e pertinenze (solo categorie catastali A1, A8 e A9), 3914 per terreni, 3916 per aree fabbricabili, 3918 per altri fabbricati, 3925 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, allo Stato, 3930 per immobili a uso produttivo, gruppo catastale D, al Comune.

Quelli per il versamento della Tasi sono invece 3958 su abitazione principale e pertinenze, 3959 su fabbricati rurali strumentali, 3960 su aree fabbricabili, 3961 su altri fabbricati.

Il versamento dell’importo può essere effettuato alle Poste via bollettino o in banca con il modello F24, anche evidentemente online. Se la somma è maggiore di 1.000 euro il pagamento va effettuato esclusivamente per via telematica.

Lascia un commento