Apps & Mobile / Beni comuni / in evidenza / Innovazione / Marketing

La musica non basta, arrivano i video e le news: la svolta di Spotify

La musica non basta, arrivano i video e le news: la svolta di Spotify
1 minuti di lettura

Spotify è già abbastanza ‘famoso’ ma forse non quanto i suoi creatori speravano: ecco che arriva la diversificazione del prodotto, sempre rischiosa ma anche rivoluzionaria quando si va ad aggiungere ad un servizio che funziona, e molto bene (la musica in streaming) un altro altrettanto importante ma ‘precettato’ da alcuni competitor di livello assoluto come Youtube, Facebook e Vimeo (i video).

La domanda quindi è: Spotify che valore aggiunto darà coi suoi video in streaming? Perché ora non sono più rumors ma è ufficiale: il servizio di streaming ha annunciato infatti che i suoi nuovi servizi riguarderanno videoclip di case come la ABC, BBC, ESPN, NBC e Comedy Central.

Le motivazioni di questa scelta le ha spiegate il CEO Daniel Ek: Spotify ha raccolto una quantità di dati enorme sulle preferenze e le abitudini dei suoi utenti, utili per offrire una gamma di playlist non più indirizzate sui generi tradizionali (rock, country, hip hop), bensì sul mood, l’attività, l’orario della giornata.

Non solo: una delle sorprese riguarda l’esperienza d’uso della piattaforma durante il fitness e le sessioni sportive. Spotify attraverso la funzione “Running” utilizzerà infatti la propria cronologia per proporre i brani giusti per la corsa. La musica verrà combinata con quella scelta da DJ e compositori per fornire le migliori playlist. Questa funzione è disponibile anche in Italia.

Spotify, con lo streaming audio, ha realizzato un buon livello di affari: i numeri, riferiti a gennaio scorso, parlano di 60 milioni di utenti, di cui 15 milioni di abbonati a 9.99 dollari al mese.

Come funziona Spotify

Spotify è il servizio di musica in streaming più famoso al mondo, che permette di accedere a migliaia di brani musicali (italiani e internazionali di qualsiasi epoca) da computer, smartphone e tablet senza dover acquistare singolarmente canzoni o album.

Spotify è disponibile per Windows, Mac OS X e tutte le principali piattaforme mobile. La sua versione di base è completamente gratuita, grazie al supporto delle pubblicità, ma per sfruttare appieno tutte le sue funzioni (e liberarsi delle interruzioni pubblicitarie) occorre sottoscrivere un abbonamento mensile che costa 9,99 euro.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>