730 precompilato, se sbaglia il Fisco e’ colpa tua! Tweet di spiegazione, ma la carta resta sempre

Scritto da:     Tags:  , , , ,     Data di inserimento:  7 maggio, 2015  |  Nessun commento
7 maggio, 2015
modulo-730-precompilato-novita

Visite: 1812

Agghiacciante? Stupefacente? Imbarazzante? No, inevitabile: del resto il Fisco non sbaglia mai. E, quando si parla di modello 730 precompilato, se anche mai sbagliasse, a pagare sarebbero comunque i contribuenti che ‘non hanno controllato bene’.

La giornata del contribuente, su Twitter, dove l’Agenzia delle Entrate ha risposto alle domande sul 730 precompilato, ci ha portato in dote alcune chicche da non perdere e soprattutto da tenere bene a mente. La più importante è che se, nella precompilata, il Fisco riporta un dato inesatto, è il contribuente che deve correggerlo. Se non lo fa è passibile di dichiarazione infedele.

Cosa cosa? Ecco il letterale: “L’onere indicato erroneamente va corretto. In caso contrario, la dichiarazione può essere considerata infedele“. Non è finita qui, anche la questione 730 precompilato ‘online’ senza carta è un’illusione ottica. Ok, è corretto asserire che i documenti (scontrini, ricevute etc) non vanno allegati alla dichiarazione online ma – udite udite - ”vanno conservati per futuri controlli“.

Se volete avere altre delucidazioni, basta che su Twitter andate a vedere cosa ‘scappa fuori’ con gli hasthag di riferimento #entratelive e #730precompilato: sono le due linee cinguettanti che ha scelto l’Agenzia delle Entrate per iniziare i suoi mercoledì su Twitter. Buona idea, peccato che a vedere le risposte sul 730 precompilato ci si metta le mani nei capelli un tweet si e l’altro pure…

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: