Il 730 precompilato e’ troppo complicato? Non e’ vero un Caf!

Scritto da:     Tags:  , , ,     Data di inserimento:  17 aprile, 2015  |  Nessun commento
17 aprile, 2015
730_precompilato_comefare

Visite: 2215

A neppure 48 ore dal suo ‘esordio’, il modello 730 precompilato sta già mandando ai matti chiunque, soprattutto i Caf che ne avrebbero volentieri fatto a meno. Del resto, se un modello si chiama 730 precompilato in teoria la percentuale maggiore dovrebbe essere già a posto così, senza necessità di tanti cambiamenti.

E invece? Invece nella maggior parte dei casi la nuova dichiarazione dei redditi va ‘modificata’, con l’aggiunta delle spese detraibili (tipo le visite mediche specialistiche, gli scontrini delle farmacie, le lenti a contatto), ma non sembra a occhio e croce tutto sto problema. Appunto, non ‘sembra’ ma è.

E’ l’apoteosi del ‘casino’. Pensionati e lavoratori dipendenti si trovano davanti ad un bivio evidentemente troppo complesso nel Paese delle banane e della digitalizzazione dell’esistente: fare da soli oppure delegare il CAF (Centro assistenza fiscale), che in questo caso applicherà la stessa tariffa (fra i 17 e i 60 euro) che prima era invece prevista solo per chi presentava i modelli auto-compilati.

Ma allora qual è il vantaggio del 730 precompilato, che diamine? Che se uno lo fa da solo può spendere zero euro, ma dovrà armarsi di un minimo di pazienza seduto davanti al computer. Cosa peraltro non così complessa, se seguite due-tre dritte e sapete almeno navigare in Internet (non serve la laurea in informatica, state sereni). Male che vada potete farvi aiutare da vostro marito/figlio/cugino/amico.

1. Collegatevi col sito ufficiale Inps.  La voce che dovete selezionare è azzurra, titolata Servizi online: cliccate sulla prima voce Servizi per il cittadino. La conferma della dicitura da cliccare è data dal fatto che al di sopra potrete leggere il logo Certificazione Unica 2015 e 730 precompilato. Ora inserite le vostre credenziali di accesso (codice fiscale e Pin).

2. Inizia l’ansia del Pin. Non preoccupatevi se non l’avete. Cliccate in alto dove c’è scritto “Richiedi e gestisci il tuo Pin“, si aprirà una schermata dove potete richiederlo senza problemi in 3 minuti. Basta segnalare il proprio Codice Fiscale e segnalare la residenza. Se il sistema vi dice che un Pin vi è già stato assegnato e non lo trovate, poco male: tornate alla schermata iniziale e cliccate su “Hai smarrito il tuo Pin”, compilate i campi e otterrete il nuovo codice.

3. Una volta inserito il Pin (vecchio o nuovo), il sito Inps vi permetterà di accedere al vostro account in cui è presente il modello 730 precompilato, estratto contributivo, e altre informazioni utili sulla vostra posizione lavorativa. Fate una cosa: scrivetevi il codice generato, salvate la pagina visualizzata, per non smarrirlo e dover fare richiesta di ripristino del codice.

4. La schermata Inps permette di visualizzare il vostro modello 730 precompilato cliccando alla settima voce ‘Accesso ai servizi dell’Agenzia delle entrate – 730 precompilato‘: in questa sezione potrete ottenere il vostro documento.

TUTTO SUL MODELLO 730 PRECOMPILATO (CHI, COSA, COME)

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: