Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Agenda Digitale / Competenze Digitali / E-democracy / Egovnews / Eventi / in evidenza / Innovazione / Innovazione Sociale / Marketing / Open Data / Open Source / Opengovernment / Premio Egov 2015 / Strategia

Premio Egov 2015, Bari chiama Italia: l’innovazione del Sud si incontra il 4 giugno

Premio Egov 2015, Bari chiama Italia: l’innovazione del Sud si incontra il 4 giugno
4 minuti di lettura

Bari e Pionero chiamano l’Italia che innova. Quella della pubblica amministrazione che vuole migliorare la vita dei cittadini e la propria struttura interna sfruttando le potenzialità offerte dalla tecnologia, non fine a se stessa ma inserita in un progetto vero.

E’ questo il senso primordiale del #premioegov15, arrivato alla sua edizione n.11 e per l’occasione ‘quadruplicato’ sull’asse dello Stivale. Tre tappe ‘eliminatorie’, la prima a Bari (4 giugno), poi Roma (18 giugno) e Bologna (24 settembre). In ognuna di queste tappe premieremo i migliori progetti di innovazione pubblica, che saranno automaticamente qualificati al Master Finale, di scena a fine anno in data e luogo ancora da definire.

cude_ancisardegna_premioegov14formez_premioegov14

ISCRIVI SUBITO IL TUO PROGETTO AL #premioegov15

Bari 4 giugno: Campobasso e Guardia Piemontese ci sono!

Dopo Regione Molise e Consorzio Comunale di Enna, segnaliamo oggi altri due progetti iscritti al #premioegov15 Bari: il primo è del Comune di Guardia Piemontese e si chiama “Sistema integrato tracciabilità dei rifiuti“, iscritto alla categoria “Trasparenza, condivisione e partecipazione (l’ente come una casa di vetro)”. Il progetto si fonda sulla considerazione che, in tema rifiuti, le pubbliche amministrazioni sono in correlazione al fine della verifica incrociata dei dati. La fonte primaria di detti dati è data dai documenti di trasporto, a carico del trasportatore che, spesso, è un privato, anch’esso sottoponibile a controllo da parte della PA. Sfruttando il concetto di tracciabilità si perviene ad una mappatura del territorio a livello locale (territorio comunale) attraverso la banca dati utenze (data dal ruolo TARI, confrontabile con il ruolo Servizio Idrico Integrato, per eventuali allineamenti), potendo così accertare in tempo reale la qualità, la quantità e la frequenza dei conferimenti degli utenti base. Il sistema, costituito da un sistema informatico di gestione dati (acquisizione, catalogazione, gestione e interrogazione), si avvale di strumentazione data da lettori ottici, stampanti di codici a barre, note book a servizio dell’operatore. Il sistema è espandibile, potendo così divenire un network utile anche a livello provinciale e regionale.

Passiamo ora al progetto “AppyourLand: cittadini e istituzioni nel web 2.0” della Provincia di Campobasso: iscritto alla sezione “Cultura e competenze digitali (per la PA, i cittadini e le imprese)”, nasce da un’idea dell’ente di intercettare i giovani dell’intero territorio molisano al fine di ridurre la distanza giovane – Pubblica Amministrazione. L’obiettivo generale di “AppYourLand” è infatti il rafforzamento del legame tra cittadino e Pubblica Amministrazione attraverso lo sviluppo di un prodotto tecnologico, un’app finalizzata all’acquisizione, secondo una metodologia ludica, di conoscenze dei giovani sui servizi al cittadino presenti sul territorio e sulla regione Molise e la sensibilizzazione verso la creazione congiunta PA/cittadino di servizi pubblici attraverso le dinamiche del web.2.0. L’iniziativa mira, infatti, ad informare i giovani circa le opportunità che il territorio offre attraverso un dialogo capace di eliminare la patina di indifferenza che questi ultimi nutrono nei confronti dell’autorità. Si è pensato di cominciare dalla conoscenza del territorio dal punto di vista storico, geografico e culturale per poi passare ad un focus sulle opportunità derivanti e quindi alle istituzioni deputate alla conservazione e sfruttamento delle risorse presenti. Nello specifico il progetto si propone di:

  • coinvolgere i giovani nella elaborazione di servizi 2.0 da strutturare in collaborazione con le PA;
  • promuovere tra i giovani i servizi al cittadino presenti sul territorio e la cultura del territorio in modo innovativo e ludico rafforzando il concetto di cittadinanza;
  • coinvolgere attivamente i giovani nella realizzazione di un prodotto tecnologico, con particolare riferimento alla definizione dei contenuti del prodotto da realizzare;
  • veicolare informazioni in tema di lavoro, formazione, esperienze all’estero, cultura, ambiente e tempo libero al fine di fornire ai giovani un bene strategico e prezioso da utilizzare in maniera adeguata e responsabile per la propria crescita personale.

Premio Egov 2014_foto finalecelva_premioegov

Le singole tappe: date, scadenze, regole del concorso

PremioEgov2015_roadshow

Le PA centrali possono candidare il loro progetto dove desiderano, mentre alle PA regionali e locali si suggerisce – senza obbligo alcuno – di candidare il progetto in base alla zona di appartenenza:

  • Bari (4 giugno, scadenza bando 24 maggio) per le regioni del Sud (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sicilia),
  • Roma (18 giugno, scadenza bando 24 maggio) per quelle del Centro (Lazio, Marche, Toscana, Umbria e Sardegna),
  • Bologna (24 settembre, scadenza bando 6 settembre) per quelle del Nord (Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino-Alto Adige, Valle d’Aosta e Veneto).

Ad ogni tappa saranno selezionati i candidati vincitori ed una menzione speciale.

premio_egov_2015_iscriviti

I progetti selezionati sono invitati alla tappa finale, dove verranno premiati: il vincitore finale per categoria; ilmiglior progetto di innovazione nella PA 2015

Il vincitore assoluto riceverà, oltre alla targa, unassegno 500 euro per acquistare prodotti editoriali Maggioli Editore (a scelta fra libri, riviste, convegni, servizi internet, banche dati, webinar, FAD, ecc).

ISCRIVI SUBITO IL TUO PROGETTO AL #premioegov15

Le categorie

Il Coordinamento scientifico del #premioegov15 ha individuato le categorie entro le quali iscrivere il progetto:

  1. Servizi digitali per una cittadinanza sempre connessa (come rendere semplici, veloci e fruibili i servizi on-line
  2. Trasparenza, condivisione e partecipazione (la PA come casa di vetro)
  3. Infrastrutture per un territorio intelligente (banda larga, WiFi, sensoristica, dati e applicazioni smart)
  4. Cultura e competenze digitali (per la PA, i cittadini e le imprese)


IL BANDO DI ISCRIZIONE DEL PREMIO EGOV 2015: ISCRIVETE SUBITO IL VOSTRO PROGETTO!!

Tutto sull’edizione 2014

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register