Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

Chiamate Whatsapp, sfatiamo il mito: traffico dati, attivazione, situazione su iPhone

Chiamate Whatsapp, sfatiamo il mito: traffico dati, attivazione, situazione su iPhone
2 minuti di lettura

Le chiamate Whatsapp sono per tutti o solo per device Android? E ancora: paga solo chi chiama o anche chi riceve? Quanta connessione si consuma? Tante domande a cui rispondere in modo da chiarire il concetto una volta per tutte, partendo da chi paga e chi no.

Tutti pagano: quanto?

Le chiamate Whatsapp non si pagano come le chiamate ordinarie nel senso che non è prevista una tariffa telefonica. Ma in realtà tutti pagano le chiamate Whatsapp, in primis come percentuale (risibile, ma esistente) degli 0.89 centesimi all’anno che è il costo dell’abbonamento alla app di messaggistica, sia sotto forma di traffico dati (gratis se utilizziamo un Wifi, ovviamente).

Importante ricordare che sia il chiamante che il ricevente devono essere infatti connessi o a una rete Wifi (consigliato per aumentare la qualità delle chiamate) oppure avere a disposizione un traffico dati dal proprio operatore.

Ok, ma quanto traffico si consuma? Zero MB se ci colleghiamo a una rete Wifi, mentre sono necessari circa 10 MB per un’ora di conversazione. Il servizio fa il paio con WhatsApp Web, la versione per computer del popolare software. Affinché funzioni è indispensabile che il proprio smartphone rimanga acceso e sia connesso a Internet poiché il client web è un’estensione del telefono, e utilizzare Google Chrome come programma di navigazione di riferimento.

Come attivare le chiamate Whatsapp

Semplice: su Android è sufficiente aver scaricato l’ultima versione di Whatsapp (2.12.19 di Whatsapp). Aprendo l’app compare in alto un nuovo menù che oltre a Chat e Contatti comprende anche il pulsante Chiamate. Quando parte la telefonata si possono utilizzare alcune funzioni di base.

Ogni telefonata viene gestita come una normale telefonata tramite rete cellulare, con la differenza che avviene dentro Whatsapp e senza usare la rubrica vera e propria del telefono. Naturalmente si possono solo effettuare chiamate con altre persone che hanno Whatsapp e per ora solo su Android e BlackBerry. Se provate a chiamare qualcuno che possiede un iPhone o un Windows Phone, viene avviata una normale telefonata.

Chiamate Whatsapp su iPhone

In teoria è questione di ore, forse giorni: l’iter sarà lo stesso avvenuto su Android. Inizialmente per l’installazione sarà necessario ricevere una chiamata da un’altro iPhone, poi nel giro di qualche settimana il servizio sarà esteso a tutti.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register