Agenda Digitale / Beni comuni / Egovnews / in evidenza / Innovazione / Marketing

Fisco online, il Pin non fa paura: istruzioni per il modello 730 e i servizi Entrate

Fisco online, il Pin non fa paura: istruzioni per il modello 730 e i servizi Entrate
3 minuti di lettura

Le scadenze fiscali si avvicinano e il nuovo fisco online è probabilmente più spaventoso che difficile: ecco perché nei giorni scorsi, con un comunicato stampa congiunto, Agenzia delle Entrate e INPS hanno chiarito le modalità di richiesta del Pin di accesso ai servizi del fisco online.

La procedura permetterà a contribuenti ed assistiti INPS di scaricare il Modello 730 precompilato e la Certificazione Unica. Questo interessa 20 milioni di contribuenti, tra lavoratori dipendenti, autonomi e pensionati, che dal prossimo 15 aprile saranno chiamati ad accettare la CU così come arriva a casa dall’Agenzia delle Entrate oppure a chiedere – online – modifiche e integrazioni.

Ottenere il Pin

Prima di tutto, come si accede alle documentazioni? Con un Pin, ovviamente. I contribuenti che vogliono accedere a tutti i servizi, compreso il modello 730 precompilato, possono richiedere gratuitamente il Pin e la password personali sia online sul sito istituzionale dell’Agenzia, sia presso un ufficio delle Entrate, anche per il tramite di soggetto delegato, oppure per telefono.

Se la richiesta è effettuata dal diretto interessato presso un ufficio dell’Agenzia, viene rilasciata la prima parte del codice Pin e la password di primo accesso. La seconda parte del Pin potrà essere subito prelevata dal contribuente direttamente via internet.

In caso di richiesta online, per telefono, o tramite soggetto delegato, la procedura prevede invece che la prima parte del Pin sia rilasciata immediatamente, mentre la seconda parte, con la password di primo accesso, sia inviata per posta presso il domicilio del contribuente registrato in Anagrafe tributaria.

Il modello 730 precompilato

E’ soprattutto su questa nuova dichiarazione dei redditi che in molti stanno già cadendo nel panico. In realtà il tutto è molto semplice: per la certificazione unica saranno utilizzati i numeri contenuti nelle certificazioni dei sostituti di imposta (ad esempio, i datori di lavoro sui loro dipendenti), i dati dell’anagrafe tributaria e quelli messi a disposizione da altri soggetti, come banche, assicurazioni ed enti previdenziali.

Significa che il fisco online partirà dalla dichiarazione dell’anno precedente, raccoglierà informazioni sui redditi da lavoro dipendente, sulle pensioni e sulle prestazioni occasionali, sugli F24 pagati, sugli acquisti di immobili e le locazioni, sulle possibili detrazioni (ad esempio sulla casa e il risparmio energetico) e metterà tutto dentro la dichiarazione precompilata (CU).

Poi, toccherà al contribuente, che però può farsi aiutare passo dopo passo dalla sezione “L’Agenzia informa” delle Entrate e dal nuovo sito dedicato – 150 mila accessi nella prima settimana -, oltre che dal filmato Youtube riepilogativo.

Per i pensionati, oltre che per i lavoratori che hanno ottenuto nel 2014 una prestazione di sostegno al reddito da INPS (cassintegrati, disoccupati, etc.) il modello di Certificazione Unica è disponibile online sul sito istituzionale dell’Inps, alla voce “Servizi al cittadino”.

Le informazioni del 730 online precompilato

Nel modello 730 online precompilato saranno inclusi:

  • redditi da lavoro e da pensione;
  • redditi derivanti da collaborazioni occasionali;
  • redditi catastali dei fabbricati;
  • detrazioni per familiari a carico;
  • trattenute fiscali effettuate dal datore di lavoro o dall’Inps.

A queste voci, si aggiungono alcuni dati già presenti nel 730 dello scorso anno, come gli eventuali crediti d’imposta ancora pendenti o le detrazioni derivanti dai lavori di ristrutturazione edilizia ripartite in più rate annuali. Verranno già calcolate anche le detrazioni che spettano al contribuente per i versamenti nelle polizze vita e nei fondi pensione, sulla base delle informazioni inviate al fisco dalle banche e dalle compagnie assicurative.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>