Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

Chiamate Whatsapp, il dilemma del momento: si pagano o no?

Chiamate Whatsapp, il dilemma del momento: si pagano o no?
1 minuti di lettura

E’ incredibile come, nel giro di poche ore dall’attivazione ufficiale delle chiamate Whatsapp su device Android (bisogna aspettare ancora qualche giorno, forse una settimana abbondante, per iPhone), la domanda più gettonata sia stat: ma le chiamate Whatsapp si pagano o no?

La risposta è si e no! Si, le chiamate Whatsapp si pagano, nel senso che essendo un servizio a pagamento (se pur minimo, visto che costa 89 centesimi di abbonamento all’anno) sono comprese nel prezzo del servizio che al suo interno include anche la messaggistica.

Ma anche no, nel senso che se siamo collegati a una rete Wifi non sfrutteremo il nostro traffico dati, proprio come succede per tutti i servizi VoIP come ad esempio Skype e Viber. Se invece non c’è copertura WiFi e bisogna usare il traffico dati, sarà come navigare in Internet.

Come attivare le chiamate Whatsapp

Gli utenti Android che vogliono cominciare a usare il servizio Chiamate Whatsapp devono installare la versione 2.12.19 di Whatsapp (aggiornamento che potrebbe anche arrivare in automatico). Quindi, aprendo l’app compare in alto un nuovo menù che oltre a Chat e Contatti comprende anche il pulsante Chiamate. Quando parte la telefonata si possono utilizzare alcune funzioni di base.

Ogni telefonata viene gestita come una normale telefonata tramite rete cellulare, con la differenza che avviene dentro Whatsapp e senza usare la rubrica vera e propria del telefono. Naturalmente si possono solo effettuare chiamate con altre persone che hanno Whatsapp e per ora solo su Android e BlackBerry. Se provate a chiamare qualcuno che possiede un iPhone o un Windows Phone, viene avviata una normale telefonata.

Per quel che riguarda la qualità dell’audio, talvolta è molto bassa, capita che si senta il ritorno della propria voce e soprattutto che ci sia un ritardo di alcuni secondi tra chiamante e ricevente. Se c’è il collegamento a una rete Wifi il tutto funziona meglio, stessa cosa che succede con tutti i servizi VoIP.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register