La luna (PIN unico) e il dito (la PA italiana)

Scritto da:     Tags:  , , , ,     Data di inserimento:  12 dicembre, 2014  |  Nessun commento
12 dicembre, 2014
pa_pinunico

Visite: 1527

Ovviamente sono più che favorevole all’introduzione di un PIN unico che consenta ai cittadini di accedere ad ogni ambito della Pubblica Amministrazione italiana. Tuttavia è bene riportare tre esempi di vita vissuta avvenuti a me – normale cittadino – in questi ultimi 15 giorni.

1) Incontro un’aula di dipendenti di un grande Comune italiano.

Naturalmente racconto a quest’aula la necessità di innovare e di digitalizzare. Alza la mano una compassata signora e mi racconta la seguente storia.

Ogni atto va timbrato. Ho dovuto richiedere un timbro. Per ordinare il timbro avevo bisogno di un timbro. Ma, non avevo un timbro e ho dovuto chiedere in prestito al mio Dirigente un timbro per ordinare il timbro… il costo del timbro era di 5 euro. Nel frattempo le fatture da liquidare avevano bisogno di un timbro….

Simpatica filastrocca? … no, tragica realtà di molti comuni italiani.

2) Mia moglie ha dovuto fare un intervento. È in malattia.

Giustamente l’INPS verifica che l’intervento sia avvenuto davvero e che quindi le tutele previdenziali siano applicabili. Fin qui tutto bene, ci mancherebbe. Peccato che un paio di giorni dopo, lo stesso giorno, firmate dallo stesso Dirigente, arrivino a mie moglie due missive.

Una missiva dava l’assenso, un’altra invece dissentiva!!!! Chiaramente mia moglie ha dovuto recarsi alla sede dell’INPS. Ho trovato un gentilissimo impiegato -davvero gentile, veramente – il quale costernato ha accolto il ricorso e lo messo in una cassettina appesa fuori della porta del Dirigente.

3) Incontro un gruppo di liceali che formo perché diventino digital evangelist.

Chiacchiero amabilmente con loro. A un certo punto gli chiedo “Scusate avete la LIM a scuola???” “Certamente“, mi rispondo.

Ovviamente gli chiedo come la usano i loro insegnanti. Risposta: “Estraiamo il CD allegato al nostro libro di testo, lo infiliamo nella LIM e così si visualizza!!!” Quella scuola ha collegamento Internet, nessuna scusa. Ora, o tutta l’Italia delle sfighe la incontro io oppure siamo messi davvero male.

Un consiglio per evitare che il 31 dicembre 2017 (domani mattina) attiviamo il PIN unico e ci troviamo in una stanza ripiena di piatti sporchi e di mobili polverosi. Forse sarà opportuno che assieme al sognare la luna, chi ha le responsabilità si dedichi con forza e rigore anche al dito (stato organizzativo e culturale della Pubblica Amministrazione) oppure temo che dietro la porta troveremo troppe macerie.

TRATTO DA MICHELECAMP.IT

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: