Beni comuni / in evidenza / Informazione / Innovazione / Marketing / Social Media / Strategia

Privacy Facebook, che bufale questi status inutili. Contano solo i Termini di Servizio

Privacy Facebook, che bufale questi status inutili. Contano solo i Termini di Servizio
2 minuti di lettura

Smettetela di preoccuparvi della privacy Facebook, ammesso e non concesso che veramente siate convinti che, iscrivendovi ad un qualunque social network, in un qualche modo non siate controllati e i vostri gusti, le vostre abitudini, persino i vostri pensieri non siano analizzati.

Se vi iscrivete a Facebook mettete in circolo informazioni sul vostro io digitale, ma non c’è bisogno di aggiornare il vostro status con questo fastidioso ritornello che negli ultimi giorni vediamo postato ‘a nastro’ sul social numero 1 del globo terrestre. E’ totalmente inutile, in ottica privacy Facebook postare quanto segue:

facebook_privacy

Siete comunque voi i possessori delle vostre foto, opere di ingegno, contenuti, eccetera. Facebook ve li fa condividere ma c’è una precisa legge che governa i diritti. Ecco perché postare un aggiornamento di stato in cui si dichiara che non autorizzate la società a utilizzare i vostri dati e bla bla bla non serve a nulla. E anche posto che Facebook possedesse i dati, non servirebbe a nulla. Vediamo di spigare il perché.

Le leggi citate non hanno nemmeno senso, ha detto appunto Facebook all’Huffington Post Usa. “Non è chiaro quali articoli L.111, 112, e 113 del ‘codice della proprietà intellettuale’ sono – i Termini di servizio di Facebook operano ai sensi del diritto statunitense, dove il copyright è nel Title 17 del codice degli Stati Uniti“, ha detto Derek Bambauer, professore di diritto presso la University of Arizona James E. Rogers College of Law.

Tutto quello che si fa su Facebook è regolamentato nei Termini di Servizio, quel lungo corpo di testo che si scrolla solitamente in modo rapido fino a giungere al tasto di “accettazione” del contratto.

Tutti i contenuti e le informazioni pubblicate su Facebook sono di tua proprietà e puoi controllare come vengono condivisi attraverso le impostazioni sulla privacy e le relative applicazioni“, si legge.

Le impostazioni sulla privacy Facebook sono racchiuse in una sezione a cui si accede in alto a destra, cliccando su un’icona a forma di lucchetto. Qui possiamo decidere quanto sono visibili le nostre pubblicazionivedere chi ci ha taggato in post ed eventualmente cancellarlo, decidere cosa si vede sul diario.

Da questa sezione possiamo anche decidere chi può inviarci messaggi o richieste di amicizia, o bloccare specifici utenti – che non potranno più contattarci. In ogni caso, non sarebbe possibile modificare i Termini di Servizio con un aggiornamento di stato! Se non volete che Facebook sappia di voi, semplicemente cancellatevi e non tornateci più!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>