Open Data: Il Cern lancia il suo portale

Scritto da:     Tags:  ,     Data di inserimento:  30 novembre, 2014  |  Nessun commento
30 novembre, 2014
open-data

Visite: 2671

Il Cern di Ginevra, l’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare, ha lanciato il portale open data, nel quale per la prima volta saranno pubblicati i dati di alto livello, cioè non grezzi ma già elaborati per renderli fruibili, prodotti nelle collisioni degli esperimenti di Lhc, assieme ai programmi e alla documentazione necessari per interpretarli. Molti dati degli esperimenti ALICE, ATLAS, CMS e LHCb del CERN saranno messi a disposizione e tra essi ci sono quelli che hanno portato alla conferma dell’esistenza del Bosone di Higgs.

Tutte le pubblicazioni di Open Data, seguendo il principio di trasparenza sancito nella Convenzione del CERN, sono state pubblicate Open Access, in modo tale da essere riprese e riutilizzate da tutti gli utenti in maniera gratuita. Ricordo che il CERN è l’organizzazione che ha creato il world wide web e l’ha rilasciato al mondo in maniera libera e gratuita.

Queste iniziative – commenta Dario Menasce, vicepresidente della Commissione calcolo e reti dellIstituto nazionale di fisica nucleare (Infn), che è presente con i suoi ricercatori in tutti e quattro gli esperimenti Lhc – permetteranno non solo la preservazione di dati che in futuro non sarà possibile riprodurre sperimentalmente per ragioni di costi, ma anche un loro eventuale riutilizzo per nuove analisi alla luce di più raffinati modelli interpretativi, aprendo così la strada a possibili nuove scoperte su dati archiviati da tempo”.

Lo scopo primario del portale Open Data è la diffusione dei dati per rendere più facile la ricerca scientifica da parte delle organizzazioni interessate. Per questo il portale Open Data è stato costruito sul software open source Invenio Digital Library, lo stesso di altri strumenti e iniziative Open Science del CERN

Il portale open data metterà, inoltre, a disposizione dati rielaborati in modo da poter essere impiegati, grazie a strumenti di visualizzazione, in progetti di didattica, come le masterclass in fisica delle particelle, iniziativa che ogni anno coinvolge oltre diecimila studenti delle scuole superiori di tutta Europa, che hanno dimostrato notevole passione e interesse a cimentarsi nell’analisi dei dati di Lhc.

Big Data

Big Data


Alessandro Rezzani , 2013, Maggioli Editore

Ogni giorno nel mondo vengono creati miliardi di dati digitali. Questa mole di informazione proviene dal notevole incremento di dispositivi che automatizzano numerose operazioni - record delle transazioni di acquisto e segnali GPS dei cellulari, per esempio - e dal Web: foto, video, post,...


26,00 € 26,00 € Acquista

su www.libreriaprofessionisti.it


Lascia un commento