Whatsapp per Android senza spunte blu: si disattiva cosi’. Ma e’ davvero meglio?

Scritto da:     Tags:  , , ,     Data di inserimento:  17 novembre, 2014  |  Nessun commento
17 novembre, 2014
whatsapp-legenda

Visite: 2488

Se volete, potete togliere l’opzione spunte blu su Whatsapp per Android: dopo le polemiche roventi seguenti all’inserimento dell’avvenuta lettura di un messaggio, la cornetta verde più famosa del mondo ha deciso che la doppia spunta blu diventi facoltativa, almeno per Android (in attesa di implementare la possibilità per iPhone e Windows Phone).

E’ già possibile la disattivazione della doppia spunta blu in Whatsapp per Android o bisogna aspettare il prossimo aggiornamento? E’ già possibile, ovviamente, ma previa scaricamento dell’aggiornamento ad hoc disponibile sul sito di WhatsAppUna volta scaricato, si deve andare nella sezione Impostazioni, poi Account, poi Privacy e deselezionare l’ultima opzione in basso.

Si chiude quindi come un temporale estivo una vicenda durata non più di una settimana: la doppia spunta blu arrivò silenziosamente sui Whatsapp per Android e iOS circa una settimana fa, e subito sono scattate le proteste degli utenti che l’hanno vista come un’invasione della privacy. Da qui la graduale retromarcia di Whatsapp che attualmente conta 600 milioni di utenti attivi mensili.

Resta la domanda: ma Whatsapp per Android e iOS è davvero migliore senza spunte blu? Per chi scrive, no. Anzi: la doppia spunta blu era quello che mancava e che, in quasi tutti gli altri servizi di messaggistica più importanti come Facebook Messenger, Viber e Telegram, già c’è.

Ecco perché Whatsapp non l’ha eliminata ma consente semplicemente di disattivarla, al prezzo di non poterne usufruire neppure per chi ne chiede la disattivazione (se non voglio che gli altri utenti sappiano se ho letto o no un messaggio, non posso neppure sapere se i miei destinatari l’hanno letto al 100%). Sarebbe davvero interessante, tra 2-3 mesi, indire un questionario per sapere in quanti hanno disattivato le spunte blu.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: