Cosa c’e’ di vero sul blocco Whatsapp utilizzando app non ufficiali

Scritto da:     Tags:  , , ,     Data di inserimento:  6 novembre, 2014  |  Commento
6 novembre, 2014
whatsapp_blocco

Visite: 4413

Potete subire un blocco, anche permanente, del profilo Whatsapp se utilizzate delle app non ufficiali: la regola è semplice, chi sta usando Whatsapp in modo non ufficiale corre sempre il rischio di essere bloccato e dunque di non poter utilizzare più il proprio numero per continuare a scambiare messaggi. Ma da dove sbuca questo rischio di blocco Whatsapp?

Molti utenti stanno ricevendo in queste ore un messaggio da parte di Whatsapp che li avvisa della sospensione dell’account in seguito all’uso di app non ufficiali. Questo il messaggio inviato da WhatsApp agli utenti che utilizzano client di terze parti, come Disa.

La domanda spontanea e immediata è: quali sono i modi non ufficiali per usare l’app di messaggistica che comportano il successivo blocco Whatsapp? Tanti, in primis i vari programmi installabili sui computer che consentono di utilizzare il servizio oppure anche le altre applicazioni di chat con l’integrazione di Whatsapp. Non si esclude che nel blocco possano essere coinvolti anche coloro che utilizzano la versione modificata e non ufficiale dell’applicazione.

Non è comunque una grossa novità visto che nella sezione Domande e Risposte del sito ufficiale si specifica chiaramente che usare client non ufficiali rappresenta un motivo di disattivazione dell’account:

Utilizzo di un sistema automatizzato o un’applicazione client non autorizzata/non ufficiale per inviare messaggi attraverso WhatsApp

Altra importante specifica che minaccia il blocco Whatsapp è:

Nota che potrebbe non esservi alcun preavviso prima della disabilitazione dell’account. Se pensi che il tuo account sia stato disabilitato per errore contattaci e provvederemo ad esaminare il tuo caso. Una volta disabilitato, il tuo account non sarà più visibile dai tuoi amici nelle loro liste dei Preferiti dopo 72 ore dalla disattivazione

WhatsApp, con quel messaggio, avvisa che l’uso di app non autorizzate mette a rischio la privacy degli utenti, che potrebbero subire il furto di dati e informazioni. Per sbloccare l’account, la società invita a disinstallare l’app non ufficiale, installare Whatsapp dal loro sito e poi contattare il supporto clienti direttamente dall’interno di Whatsapp.

Nella mail non lo si specifica, ma per contattare l’assistenza di WhatsApp è necessario selezionare la voce Impostazioni dal menu dell’applicazione, poi cliccare su Aiuto e poi su Contattaci.  Nota bene: il blocco Whatsapp non riguarda gli utenti ma il numero telefonico associato all’applicazione, il che potrebbe rappresentare un problema notevole per chi usa Whatsapp da anni con lo stesso numero.

Sappiate anche che il blocco Whatsapp è sicuramente collegato a tutte le operazioni che la app può fare quando la scaricate ufficialmente (e che, quindi, non può fare se il download non è ufficiale). WhatsApp è autorizzato ad entrare nella vostra lista dei contatti per individuare altri utenti e verificare se anche loro usano il servizio.

Tutto ciò che si condivide attraverso questa applicazione (foto, video, audio, contatti e posizioni), è di proprietà di Whatsapp, per sempre.

Lascia un commento

  • Cool

    Avendo rinnovato whatsapp senza pagare sono cmq a rischio? come posso risolvere?


Ti potrebbe interessare anche: