Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

Uscita Nexus 6 e Android 5.0, oggi e’ il giorno dei giorni?

Uscita Nexus 6 e Android 5.0, oggi e’ il giorno dei giorni?
2 minuti di lettura

Oggi, 3 novembre, in teoria è il giorno d’uscita Nexus 6 sul mercato nordamericano e, quindi, di riflesso, su tutti i mercati via web. Occhio, però, perché la certezza ancora non c’è: l’uscita Nexus 6 dovrebbe peraltro coincidere con il rilascio di Android 5.0 Lollipop, l’ultima versione del software che deve essere terminato e tutte le applicazioni devono essere ottimizzate e regolarmente rivisitate. La principale novità è il Material Design, rispetto a cui numerose applicazioni di Google sono state aggiornate negli ultimi giorni.

Ma allora questa uscita Nexus 6 ci sarà oggi? Aspettiamo fiduciosi ricordando che, in Italia, le teoria di uscita Nexus 6 sono diverse: c’è chi spera avvenga nbel giro di pochi giorni, chi è convinto non accada prima di Natale e chi, ancora più pessimista, parla del 2015. Secondo alcune voci più o meno ufficiali, il Nexus 6 sarebbe rilasciato anche in Nord America nel mese di dicembre facendo slittare così una presunta data di uscita europea da dicembre ai primi messi dell’anno 2015.

Per ora del Nexus 6 in Italia, in preoder sulla versione italiana di Amazon, sono certi solo i prezzi: 649 euro per portare il modello da 32 GB e 699 euro per quella da 64 GB. Per il resto c’è molta incertezza sugli effettivi tempi di disponibilità.

Breve excursus sul device: realizzato da Motorola, il phablet ha un display da 5,96 pollici con risoluzione QHD pari a 2.560 x 1.440 pixel e a una densità pari a 493 ppi. Il processore è un Qualcomm Snapdragon 805 a 2.7 Ghz affiancato da una GPU Adreno 420 con 32 o 64 GB di storage. In dotazione una fotocamera posteriore con sensore da 13 megapixel, doppio flash led, stabilizzatore ottico dell’immagine e funzionalità HDR+. Un super smartphone a un super prezzo, insomma.

Tornando al prezzo – da molti considerato esagerato – di Nexus 6, dagli States c’è che, in controtendenza con le ultime, sostiene che la strategia di Big G sia perfettamente studiata e che, anche se il Nexus 5 costa 349 euro, quasi nessuno preferirà restare alla vecchia versione.

Secondo Hiroshi Lockheimer, vice presidente di Android, infatti il prezzo dello smartphone non sarà un punto a sfavore dello stesso ma semmai un suo vantaggio. Il costo al di sopra dei 500 dollari negli Stati Uniti (in Europa sopra i 600 euro) verrà limitato grazie alle offerte in abbonamento che partiranno invece da 199 dollari, circa 100 dollari in meno di quelle dei concorrenti Samsung o Apple. I piani con operatori risulteranno i più vantaggiosi di sempre e per questo motivo il successo sarà assicurato.

E anche in Italia pare che gli operatori tutti (Vodafone, TIM, 3 Italia e Wind) scenderanno in campo con i loro piani tariffari agevolati per l’uscita Nexus 6. Il che, ovviamente, potrebbe ‘spostare’ non poco le scelte.

7 Comments

  1. Ma perché continuate a chiamarlo “super smartphone”? Non é vero!!! Se lo paragoniamo a qualunque altro top di gamma l’N6 ha solo punti a sfavore! No SD, no auricolari al top in confezione, no batteria removibile, no pennino, no processore 64bit, no focus sulla fotocamera (ormai 13 megapixel ce l’hanno tutti, fermo restando che aumentare i pixel non da nessun beneficio reale), nessuna ottimizzazione a livello di dimensioni che possa mascherare un minimo i 6 pollici, 3gb di RAM ormai sono lo standard.. Ma scusate ” super smartphone” ma de che?!? Solo perché Google lo vuole definire – SBAGLIANDO COMPLETAMENTE – in questo modo allora tutti dobbiamo ripetere sta litania a pappagallo?!? Non é vero! É il solito Nexus solo che costa il doppio rispetto al passato! Non é innovativo in niente se non nel prezzo! É un buono smartphone che nelle edizioni passate é stato iper competitivo per il pricing, ora é un pacco senza un senso!

    Reply
    • Ti sei sfogato ora?

      Reply
      • Mah.. Neanche tanto.. La delusione per sto N6 é enorme e leggere in giro che viene pure osannato manco fosse lo smartphone definitivo mi fa incupire ancora di più..

        Reply
        • Ho avuto la stessa sensazione anche io , forse perché mi aspettavo un nexus 5 migliorato, chiamiamolo 2014, E poi ho visto quel moto x 2014 ingigantito. A me non è mai piaciuta Motorola, però devo dire la verità, sta iniziando a piacermi. Un mio amico ha acquistato un paio di settimane fa il moto x 2013 ed è un bel terminale , ma ha solo 2200 mah , non Dura una coppa, in media con nexus 5 insomma, però ha un design ergonomico e non scivola , ha un bel display ed i sensori sono comodi per vedere l’ora senza sbloccarlo. Vedendo il nexus 6, che confronto al mio one m8 ha, il display oled, 2k, fotocamera da 13, doppi altoparlanti, batteria da 3220 mah, design ergonomico e materiale morbido che conferiscono un ottimo grip senza dover per forza usareusna cover morbida e senza stare con la paura di rifare la scocca, Android L stock , aggiornamenti più veloci ecc.. per me questo basta per cambiare …

          Reply
          • Ecco però ti chiedo.. Display 2K, ficata? Parliamone.. Quante applicazioni ci sono ottimizzate per 2K? Zero. La maggior parte dei video su YouTube non é neppure FullHD. In generale poi l’occhio umano percepisce a stento la differenza tra panelli 2K o fullHD, figuriamoci su pannelli di queste dimensioni che per quanto grandi sono sempre troppo piccoli per avere un reale vantaggio. Fotocamera.. Con i sensori montati dagli smartphone (sensori piccoli) il continuo aumento di Pixel crea svantaggi nelle foto al buio (che vengono poi iper corrette dal software ma che di fondo rimangono sempre più rumorose). Con alta luminosità l’unico vantaggio reale che hai a passare da 13 a 8 megapixel lo vedi se decidessi di stampare le foto formato poster. Allora la definizione data dai pixel può contare, in tutti gli altri casi é l’ottica che incide, non i pixel. Batteria.. Con uno schermo cosi ambizioso e con processori sempre più performanti l’aumento dell amperaggio non per forza coincide con un aumento della durata (quasi mai per la verità). Con un pannello da 6 pollici 2K secondo me la batteria é sottodimensionata. Felice di sbagliare, ma in ogni caso escludo categoricamente che N6 sarà un campione di durata. L’audio non lo commento perché non ho elementi per farlo. Magari sarà fantastico, magari no, vedremo. Detto questo poi ognuno decide se e cosa comprare. Io mi tengo il mio N5 ma se proprio pistola alla tempia dovessi acquistare un altro telefono.. Acquisterei di nuovo N5! E se dovessi dirti cosa avrei voluto io da N6 ti direi processore 64bit e prezzo al max sui 400€. Tutte le altre specifiche sono ininfluenti su uno smartphone e servono solo a fare fuffa per giustificare il prezzo!

          • Ma guarda io ti ho descritto solo i miei punti per la quale il passaggio dal mio m8 al nexus 6 vale, con n5 vale a priori.
            Il display 2k è uno standard oramai, purtroppo con sta tecnologia vanno avanti con i S.o.C e con i display, con i materiali e con il design e pure le fotocamere, ma quella parte che si chiama Batteria non la toccano mai, bhè è anche ora di fare qualcosa o di mettere sul mercato gli anni di ricerca sulle batterie con diversi componenti chimici che almeno portano beneficio alla durata ( in senso di cicli ), alla sua vita, oltre che la capienza che ormai appunto con questi display super luminosi e giganti con risoluzioni come tv da 60 pollici l’autonomia non basta mai, se la risoluzione fosse ancora full hd sicuramente avrebbe avuto una durata superiore su quelle dimensioni, ma non dimentichiamo che il galaxy note 4 ha la stessa batteria, lo stesso soc e lo stesso tipo di display, un punto a sfavore va al note che ha il firmware appesantito dalla suite e dalla touchwiz, e posso tranquillamente dire che l’ottimizzazione software fa tantissimo, te lo dico io che con l’m8 a parità di mah con il galaxy s4 ci faccio il doppio adesso. Quindi a durata secondo il mio parere sono sullo stesso gradino, tra note 4 e nexus 6, poi dovesse durare di più ben venga… Nessun sito ha ancora fatto le comparative di durata, penso che nelle prossime ore arriveranno, ci sono solo sui tablet tra cui c’è il nexus 9 e i vari galaxy tab,s, sony ecc…
            Audio? bhè sempre meglio avere 2 altoparlanti anteriori di alta potenza, non dico qualità, ma almeno quando squilla lo senti, ho il nexus 5 di mia cognata che non lo senti neanche se stai a 3 metri distante dal cell.
            Per quanto riguarda (cit by guerz86) il processore si quì hai nettamente ragione, perchè spendere quei soldi quando nel 2015 tra febbraio e marzo ci saranno dispositivi che sotterreranno il nexus 6 in termini di soc, tra cui snap 808 e 810.

          • A me sembra che stiamo dicendo la stessa cosa! Dopo una attenta analisi si può concludere che questo benedetto Nexus 6 NON ha caratteristiche tecniche tali da innovare o sovrastare il resto del mercato. E’ più o meno in linea con gli altri (display, processore, batteria, ram, storage) senza aver quel guizzo in più (che poteva essere il processore) tale da fargli fare la differenza. Manca di accessori che per qualcuno potrebbero essere interessanti (sd, possibilità di sostituire la batteria, pennino alla Note, cuffie decenti in confezione) ma certamente è più seguito e quindi ottimizzato dal lato modding. Insomma, spero di enterpretare il pensiero di entrambi se dico che se avesse avuto un prezzo di 450, 500€ lo avremmo preso a mani bassissime! Per 650€ ci può stare che la nostra fede vacilli! E allora aspettiamo insieme il prossimo Nexus, che se anche il 6 dovesse essere un flop colossale a Google male non fa e magari la prossima voltapropone qualcosa di migliore o a un prezzo migliore!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>