Un viaggio chiamato LibreUmbria: un aiuto per migrare a LibreOffice - Pionero
Per la tua pubblicità su questo sito:


Un viaggio chiamato LibreUmbria: un aiuto per migrare a LibreOffice

Scritto da:     Tags:  , ,     Data di inserimento:  2 novembre, 2014  |  Nessun commento
2 novembre, 2014
viaggio_chiamato_libreumbria

Visite: 2522

LibreUmbria ha realizzato un ebook disponibile per il download gratuito dal titolo “Un viaggio chiamato LibreUmbria – storia di migrazione a LibreOffice delle PA umbre”,  che racconta il percorso fatto dalle Pubbliche Amministrazioni che nei mesi scorsi hanno adottato LibreOffice su circa 2mila postazioni di lavoro.

Il libro è diviso in diversi capitoli che sono stati scritti dalle persone che hanno voluto, realizzato e vissuto in prima migrazione la nascita e l’evoluzione del progetto.

Il libro, rilasciato in CC-BY-SA, è un racconto scritto a più mani dalle persone che questa esperienza l’hanno vissuta e intendono condividerla con altri affinché possa essere replicata non solo in altri Enti ma anche in aziende o associazioni. In appendice sono riportati i link a tutti i materiali, già pubblicati sul blog LibreUmbria, utilizzabili per pianificare altre migrazioni: piano di progetto, piano finanziario, guide di installazione ma anche dispense, programmi e presentazioni utilizzate durante i corsi di formazione su LibreOffice.

Il valore del progetto – si legge nella prefazione curata da Annalisa Doria, coordinatore dell’Area innovazioni tecnologiche della Regione Umbriaemerge anche per la visione a 360° dell’iniziativa: l’attenzione agli aspetti organizzativi che devono accompagnare l’innovazione tecnologica al fine di arrivare ad un vero cambiamento; la motivazione degli stakeholders costruita a partire da un piano di progetto partecipato, condiviso e  monitorato passo passo; il coinvolgimento pieno del personale interno agli enti; le risposte alle problematiche tecniche che di volta in volta emergono a livello operativo e nell’organizzazione del lavoro; la comunicazione interna, sul web e sui social; uno spirito di squadra che, con passione e professionalità, porta a raggiungere un risultato tangibile e significativo per tutte le PA umbre”.

L’ebook  non rappresenta certo la fine del progetto che va avanti tentando il coinvolgimento di altri Enti oltre che delle scuole, che rappresentano un posto ideale in cui spiegare l’importanza di valori quali la condivisione, la collaborazione e la conoscenza condivisa.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: