Apps & Mobile / in evidenza / Marketing / Prodotti e aziende

OVH lancia la sua estensione, gratis per i primi 50.000 iscritti

OVH lancia la sua estensione, gratis per i primi 50.000 iscritti
2 minuti di lettura

OVH, primo hosting provider d’Europa da oltre 15 anni, ha da poco ottenuto l’approvazione del lancio del dominio .ovh dall’ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers), permettendo così all’azienda di essere una delle prime a livello mondiale ad offrire la propria estensione. Octave Klaba, CEO del gruppo, conferma: “Con la nostra estensione, di cui siamo particolarmente orgogliosi, ci affianchiamo ai più grandi brand mondiali come Apple o Canon”.

L’Azienda per promuovere l’utilizzo del .ovh sta offrendo la possibilità di registrare 50.000 domini gratuiti per 1 anno ai primi che ne faranno richiesta (5 per cliente).

Tutto inizia con un Pesce d’Aprile

È il 2009, quando Octave Klaba annuncia il lancio del dominio .ovh sul mercato e ottiene in meno di 24 ore oltre 22.000 registrazioni. Qualche ora dopo, svela lo scherzo. Ma il positivo numero di riscontri ricevuto nelle prime 24 ore, 22.000 rischieste circa, convinse tuttavia l’azienda a presentare richiesta ufficiale all’ICANN per poter offrire realmente il dominio .ovh.

Adesso a soli quindici anni dalla sua nascita, OVH è il primo hosting provider europeo (Fonte:  Netcraft, Gennaio 2014), terzo nel mondo gestendo oltre 3 milioni e mezzo di siti Web.

Un’estensione aperta al grande pubblico

L’Azienda ha aperto la propria estensione al grande pubblico, con l’obiettivo di costruire, con i suoi clienti, una vera e propria Community di innovatori. L’obiettivo di OVH è quello di consolidare ulteriormente la propria community, che conta oltre 700.000 “persone” tra clienti e Partner, rendendo disponibile a tutti una delle estensioni più economiche del mercato (meno di 3 euro all’anno). “L’estensione .ovh è sinonimo di innovazione e con un prezzo così accessibile, sarà di sicuro interesse per le Web Agency, i creativi e gli sviluppatori… e tutti i geek che desiderano appartenere ad una Community in cui passione, apertura mentale e creatività, sono gli elementi chiave per ogni nuovo progetto”, conferma Klaba.

Vogliamo costruire con i nostri clienti un rapporto strategico e importante, motivo per cui abbiamo creato il programma Partner OVH. In tal senso, il dominio .ovh diventa un plus anche per la rete di Partner OVH reale forza di vendita del gruppo. […] Poter disporre di un proprio sito con estensione .ovh è, infatti, l’ideale per valorizzare il legame con OVH e proporre offerte basate sui nostri prodotti e sulle nostre soluzioni” ha aggiunto il CEO Octave Klaba.

Dionigi Faccenda, Sales & Marketing Director di OVH Italia, dichiara: “Basandoci sul successo italiano del programma OVH Biz, offriamo ai nostri Partner la possibilità di associare al proprio marchio l’estensione .ovh e di distinguersi sul mercato grazie alla costante innovazione che, da sempre, caratterizza il nostro gruppo” e prosegue “OVH, infatti, intende lanciare oltre 400 nuove estensioni, in aggiunta alle oltre 200 già proposte, come, ad esempio, il .pizza. Una grande opportunità per le Aziende e i privati che intendono proporsi sul Web in modo insolito e creativo, che rivoluzionerà le regole con cui i diversi siti saranno selezionati dai  motori di ricerca, per figurare fra i primi risultati e aumentare sensibilmente la visibilità e di conseguenza, il business.” e conclude “Le nuove estensioni consentiranno di classificare in modo ancora più puntuale e specifico le diverse attività, per differenziarsi ulteriormente da chi continuerà ad optare per un’estensione generica “.

Foto del profilo di Alessio Sfienti
Appassionato del mondo Linux e della filosofia Open Source, da anni si occupa della cura di periodici e siti web di consulenza dedicati alla Pubblica Amministrazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>