Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

Chiamate su Whatsapp: ci siamo! Ma il successo non e’ assicurato

Chiamate su Whatsapp: ci siamo! Ma il successo non e’ assicurato
2 minuti di lettura

Le chiamate su Whatsapp stanno finalmente arrivando. Questione di poche settimane, forse anche di giorni: l’imbeccata l’ha fornita al mondo intero il sito Ndtv Gadgets, secondo il quale con l’aggiornamento dell’app per iOS, agli utenti che non lo hanno già fatto viene chiesto di abilitare l’accesso al microfono proprio per poter fare telefonate via internet.

Le prove delle chiamate su Whatsapp

Gli indizi che confermerebbero le chiamate su Whatsapp provengono rispettivamente dalla beta dell’applicazione per iOS 8, e dall’ultimo aggiornamento rilasciato proprio in occasione del nuovo sistema operativo di Apple, atteso proprio per oggi 17 settembre.

Installando da zero l’ultimo aggiornamento di Whatsapp Messenger per iOS 8 e provando a inviare per la prima volta un messaggio vocale, l’applicazione richiederà il permesso all’utente di accedere al microfono: in questo permesso, oltre alle solite diciture da tempo utilizzate dagli sviluppatori per descrivere le funzionalità che usufruiranno del microfono del dispositivo, è stata aggiunta anche la possibilità di “effettuare e ricevere chiamate vocali“.

Inoltre, nei menù inseriti nella beta dell’applicazione, esiste nuova voce nel menu di debug, che con la quale si potrà attivare la registrazione delle telefonate in entrata e in uscitaSi tratta di una novità importante che potrebbe arrivare assieme all’arrivo della conferma di avvenuta lettura nei messaggi di chat, la famigerata terza spunta che per adesso non è stata confermata anzi è stata da più parti smentita.

Le chiamate su Whatsapp comunque saranno identificate da una funzione denominata WhatsApp Call: non è ancora neppure chiaro se il rollout dell’aggiornamento avverrà contemporaneamente sia per le applicazioni per iOS che per le applicazioni per Android e Windows Phone.

Chiamate su Whatsapp: destino solitario o luce riflessa?

Le chiamate su Whatsapp convertirebbero la celebre app di messaggistica anche in un software software Voip, offrendo così un servizio simile a Skype, Viber e ad altre applicazioni analoghe.

 

Anche Facebook, diventata ‘mamma’ adottiva di Whatsapp nel febbraio scorso, ha già introdotto la possibilità di fare chiamate vocali via Internet con i propri contatti. Ma le chiamate su Whatsapp avrebbero un gusto diverso, anche se – come già più volte da noi manifestato – la sicurezza del successo non c’è perché Whatsapp nasce (e forse finisce) come una meravigliosa e auto-sponsorizzata chat di messaggistica. Il successo a livello VoIP, insomma, andrebbe conquistato in un’altra maniera.

I numeri di Whatsapp

In ogni caso, le chiamate su Whatsapp preoccupano fino ad un certo punto i suoi responsabili. Il servizio VoIP sarebbe infatti un ‘più’, stanti i clamorosi numeri che l’app continua a registrare. Sentite qua: a fine agosto contava 600 milioni di utenti attivi al mese, solo ad aprile il contatore aveva registrato 500 milioni di utenti attivi.

Secondo le stime di GlobalWebIndex risalenti a fine maggio, su Whastapp si scambia messaggi circa il 19 per cento della popolazione connessa globale. Al top i Paesi asiatici e il Sudafrica. Unico mercato europeo fra i primi dieci la Spagna, al sesto posto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>