Anticipazioni iPhone 6: prezzo, servizi, risoluzione schermo, iOS 8

Scritto da:     Tags:  , , ,     Data di inserimento:  2 settembre, 2014  |  Nessun commento
2 settembre, 2014
iPhone-6-da-47-pollici-uscita

Visite: 2407

Ci siamo, le pagine di Google alla ricerca iPhone 6 sono sempre di più: le anticipazioni iPhone 6 però iniziano a farsi univoche o quasi, confermando di fatto che martedì 9 settembre a Cupertino alle 19 italiane (e non a San Francisco come da noi erroneamente riportato, ce ne scusiamo) verrà presentata la versione smartphone a 4.7 pollici con posticipo di quella phablet (5.5 pollici) più avanti e possibile lancio di iWatch, l’orologio intelligente Apple, a 400 euro come frontiera di prezzo.

La commercializzazione ufficiale scatterà poi negli Usa venerdì 19 settembre, e pochi giorni dopo in Europa: o magari sarà un lancio contemporaneo? Questione prezzi: non ci sono novità rispetto alle ultime anticipazioni iPhone 6. Siamo rispettivamente intorno ai 750 e 950 euro (per l’Italia si considera escluso il sovrapprezzo per la copia privata). Secondo un blogger francese, Steve Hemmerstoffer (in possesso del manuale di istruzioni), esisterebbe anche una versione da 128 GB.

Risoluzione schermo e iOS 8 (rumors)

Le ultime anticipazioni iPhone 6 riguardano la risoluzione dello schermo: l’esperto @jamesthomson sul suo canale Twitter parla di supporto alle immagini 3x. La certezza arriva da alcuni riferimenti di codice presenti nella Beta 5 di iOS 8. Un bel salto di qualità rispetto al 2x dell’attuale iPhone 5S ma necessario anche per la grandezza degli schermi.

iPhone 6 da 4.7 pollici dovrebbe avere una risoluzione di 1334×750 pixel mentre il modello phablet da 5,5 pollici, 2208×1242 pixel. Per comparazione, ricordiamo che l’attuale iPhone 5S si ferma a ‘soli’ 1136×640 pixel. Confermata invece la disponibilità di iOS 8 a partire da subito; l’ultima versione del sistema operativo mobile sarà così montato sia su iPhone 6 che su tutti i device mobili successivi alla data del 9 settembre.

iPhone 6 in un video (rumors)

In attesa di ottenere nuove indiscrezioni sull’uscita dell’iPhone 6, ecco l’ultimo video sul melafonino che sta facendo il giro del web. Il sito FeldVolk.com mettendo insieme tutte le presunte componenti del telefono, ha assemblato il device, producendone il primo hands-on.

Scheda tecnica principale (rumors)

La dotazione hardware delle due versioni sarà pressoché identica: scocca ultraleggera in lega d’alluminio con innesti di liquidmetal, processore SoC A8 64 bit dual-core cloccato a 2 Ghz1-2 GB di RAM, coprocessore di movimento integrato M8 e GPU PowerVR 6650 con tecnologia di ray-tracing in tempo reale.

Definita la versione aggiornata di TouchID, con nuovi sensori e super fotocamera che secondo indiscrezioni potrebbe montare un sensore da ben 12 Megapixel, del tutto inedito per la gamma iPhone. La batteria invece sarò da 2.100 mAh per la versione a 4.7 pollici, più potente rispetto all’attuale da 1.500 mAh montata sull’iPhone 5S, ma non più di tanto considerando tra l’altro le aspettative di molti. La batteria della versione a 5.5 pollici invece sarà da 2.915 mAh.

iPhone 6 come una carta di credito?

Contestualmente alle anticipazioni iPhone 6 ne arrivano altre concorsi sul fatto che Apple, il 9 settembre, presenterà anche il nuovo sistema di pagamenti basato sulle tecnologie della Mela. L’iPhone 6 diventerà un canale preferenziale per effettuare pagamenti nella realtà, il tutto grazie ad alcune novità e alcuni accordi che l’azienda guidata da Tim Cook avrebbe già in mano.

Quel che Apple potrebbe mettere in piedi, è un portafoglio virtuale basato anzitutto sulle tre principali carte di credito al mondo: VISA, MasterCard e American Express. Lo smartphone potrebbe insomma diventare l’elemento di congiunzione tra l’utente e il negoziante, con l’intermediazione concessa e controllata dai sistemi Apple.

L’iPhone 6 potrebbe avere due armi da mettere sul campo: la tecnologia NFC, tanto diffusa quanto poco utilizzata, che per la prima volta entra tra le offerte di Cupertino; la tecnologia Touch ID, con cui la biometria può diventare elemento di certificazione dell’identità per abilitare il trasferimento di denaro.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: