Premio Egov 2014, Sassello e Monserrato si aggiungono al ballo. Iscrivete il vostro progetto!

Scritto da:     Tags:  , , , , , ,     Data di inserimento:  28 luglio, 2014  |  Nessun commento
28 luglio, 2014
premioegov13_t4a

Visite: 880

Brusca accelerata, sul Premio Egov 2014 del 18 settembre a Riccione (#premioegov14), il cui bando è stato prorogato al prossimo 10 settembre. Nell’ultima settimana si sono aggiunti diversi progetti alla ‘lista’, andando a rafforzare la qualità di un evento arrivato alla sua X edizione e che si pone l’obiettivo di premiare i migliori progetti pubblici ma anche e soprattutto di rendere merito a tutti coloro che, spingendo sull’innovazione consapevole, quella non fine a se stessa ma fine al miglioramento della vita del cittadino, può avere un impatto su industria, economia, PIL.

ISCRIVITI AL PREMIO EGOV 2014

Per iscrivervi al Premio Egov 2014 potete tranquillamente compilare il semplice form presente su Pionero.itCome sempre sono state individuate alcune categorie – quest’anno sette - tra le quali scegliere di inserire uno o più progetti. Il progetto, qualora attinente, può essere iscritto anche a più di una categoria. Il bando, come ricordato sopra, è stato prorogato al 10 settembre. Tutti i progetti verranno presentati online su Pionero.it, con apposite interviste dedicate.

L’invito è quello di partecipare alla due giorni riccionese (#ConvegnoRiccione2014) che ospiterà, dopo il Premio Egov, anche un nuovissimo convegno a tema “Agenda Digitale Locale – La pianificazione strategica per progettare le smart cities e le smart communities” (venerdì 19 settembre).

AGENDA DIGITALE LOCALE: GUARDA IL PROGRAMMA DEL CONVEGNO!

premioegov13_meltinpot premioegov13_momento

La scuola a distanza del Comune di Sassello

Iscritto alla sezione “Città e territori intelligenti (pianificazione strategica locale)“, il progetto “La scuola a distanza” del Comune di Sassello. Per descriverlo, usiamo le parole del referente Daniele Pitto.

“Sassello è un Comune dell’Entroterra Ligure che dista 25 km da Savona. I ragazzi che terminano il ciclo di secondaria inferiore e passano alle superiori a Savona hanno molte difficoltà di ambientamento: infatti, per le impervietà delle strade, fare le superiori per un ragazzo di 14 anni significa alzarsi alle 5 e ritornare a casa alle 14.30. Questo ha portato a diversi abbandoni scolastici.

Dopo aver messo in rete tutti i plessi scolastici dell’istituto comprensivo per mantenere una buona qualità dell’insegnamento anche nelle pluriclassi (il nostro piccolo Comune subisce i tagli agli organici scolastici a causa del calo demografico) ed essersi messi in rete con altri tre istituti comprensivi liguri (per fare dei progetti didattici in rete con studenti che vivvono in altre zone della Liguria), per combattere gli abbandoni abbiamo pensato di fare un accordo col liceo Della Rovere di Savona.

Così, due studentesse un giorno a settimana si sono fermate a Sassello all’Istituto Comprensivo con un tutor messo a disposizione dalla dirigente scolastico, Prof.ssa Lia Zunino, e tramite una lavagna LIM si sono collegate a Savona con i loro insegnati al Della Rovere, i quali ogni volta davano un progetto didattico da svolgere durante la mattinata.

A fine mattinata ci si collegava nuovamente per valutarne gli esiti. Questo strumento della scuola a distanza è stato utilizzato anche nei giorni in cui nevicava (Sassello è sul versante padano e, quindi, d’inverno nevica copiosamente). Questo ha permesso di seguire di più le due ragazze e di concedere loro un giorno in più a Sassello. Le due studentesse, a fine anno, sono state promosse bene (la classe era composta da 22 ragazzi e solo 9 sono rimasti promossi). Quest’anno il progetto verrà esteso anche agli studenti dell’Itis Ferraris Pancaldo di Savona“.

Il Comune di Monserrato e’ da OSCAR

Passiamo alla categoria “Qualificazione dei Servizi di polizia locale (migliorare e gestire la mobilità in sicurezza)“, all’interno della quale è stato inserito dal Comune di Monserrato (Cagliari) il “Progetto OSCAR“, che sta per Osservatorio della Sicurezza Stradale.

In particolare, si possono individuare tre assi principali di azione:

  1. rafforzamento della capacità di governo della sicurezza stradale
  2. formazione di una nuova cultura della sicurezza stradale
  3. interventi su componenti di incidentalità PRIORITARIE.

Tali assi di azione consentono di definire un nuovo modello di governo della sicurezza stradale, a mezzo di una serie di misure e azioni, da realizzare attraverso le seguenti fasi:

  • analisi del fenomeno (fattori di rischio, possibili obiettivi e linee di azione)
  • utilizzo di una moderna governance socio/istituzionale, che promuova il coinvolgimento attivo della comunità locale nelle iniziative promosse
  • la promozione di una cultura tecnico/professionale
  • verifica di attuazione delle strategie individuate con relativa sperimentazione.

L’Osservatorio sarà, per sua missione, il fulcro strategico dell’analisi e definizione dello stato della sicurezza stradale, della sua evoluzione, dell’individuazione dei fattori di rischio e, soprattutto, di valutazione dell’efficacia delle misure poste in essere dall’amministrazione e dai partner istituzionali e non che a vario titolo partecipano al progetto.

Premi

Alla scadenza del bando – 10 settembre 2014 – una giuria di esperti selezionerà i finalisti per ogni categoria e infine, il 18 settembre a Riccione durante il convegno di cerimonia del Premio Egov (resta collegato, a breve sveleremo tutto sull’evento che per l’occasione sarà ancor più ricco delle precedenti edizioni!), saranno premiati i vincitori con targa speciale più buono spesa da 300 euro in prodotti Maggioli.

ISCRIVITI AL PREMIO EGOV 2014

Vedi tutto sull’edizione 2013

TUTTE LE FOTO DEL’EDIZIONE 2013

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: