Lo smartphone in vacanza puo’ essere low cost: ecco come!

Scritto da:     Tags:  , , , ,     Data di inserimento:  18 luglio, 2014  |  Nessun commento
18 luglio, 2014
smarthphone-vacanza

Visite: 1101

Vi state preparando per partire? Il penultimo week end di luglio o comunque quello dopo (o magari quello dopo ancora) potrebbero spingervi in vacanza fuori Italia, e allora possiamo suggerirvi tranquillamente di non disattivare la connessione date del vostro smartphone in vacanza.

Per evitare di usare solo il wifi (che magari latita) e usare in scioltezza lo smartphone in vacanza sono necessari solo alcuni accorgimenti: si può spendere comunque il giusto restando in contatto con l’Italia con chiamate, sms, Whatsapp e altri metodi di comunicazione.

E’ chiaro che, se non vi premunite con apposite tariffe per l’estero – ogni operatore telefonico ha un piano ad hoc per le vacanze (Tim, Vodafone, Wind), dei solito si aggira sui 10 euro per un traffico dati ‘sufficiente’ – rischiate il salasso usando lo smartphone in vacanza. Ricordate: il traffico dati non include mai ne gli sms ne le telefonate ma solo Internet. I pacchetti per l’estero, però, solitamente includono anche le chiamate e gli sms.

Prima di tutto, ricordatevi che le tariffe per il roaming internazionale dallo scorso 1 luglio sono cambiate, di fatto quasi dimezzandosi. Inoltre considerate dove siete: l’eurotariffa, il costo tagliato del roaming UE, è valida anche in Martinica, nell’Isola di Réunion e persino nella Guyana francese, ma non in Svizzera, visto che quest’ultimo Paese è fuori dall’Unione Europea.

Poi, è importante considerare quanto starete ‘fuori’: se si scollinano i 15 giorni la soluzione migliore per lo smartphone in vacanza è la Sim locale: con un contratto ricaricabile con minuti di conversazione, sms e dati a costo fisso; oppure in abbonamento, ma è necessario risultare intestatari di un conto corrente o una carta di credito del paese ospite.

Se siete in crociera o in nave, il segnale diventa troppo debole. Ma chiamare dalla nave è possibile: connettersi alla rete cellulare in roaming marittimo costa tra 1.67 euro e 3 euro al minuto per le chiamate effettuate, 30 centesimi e 3 euro/ minuto per le chiamate ricevute, 26 centesimi e 90 centesimi per sms inviato.

Sappiate inoltre che se andate in vacanza in zone isolate e sperdute, lo smartphone in vacanza è fondamentale per la vostra sicurezza. Ma poiché ci sono aree non coperte, servitevi di operatori satellitari. I costi possono essere talvolta molto elevati (fino ad euro 6 euro al minuto per chiamate effettuate).

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: