Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Agenda Digitale / Apps & Mobile / Egovnews / Eventi / in evidenza / Innovazione / Marketing

Il Premio Egov 2014 prende quota: i progetti di Grottaglie, Ministero della Salute e ASL Padova. Iscrivetevi!

Il Premio Egov 2014 prende quota: i progetti di Grottaglie, Ministero della Salute e ASL Padova. Iscrivetevi!
5 minuti di lettura

Scollinando quota 30, iniziamo a fare qualità “quantitativa”, al Premio Egov 2014 (X Edizione). Le PA italiane, locali, centrali, Asl, Polizie Municipali, iniziano a recepire il messaggio anche se aspettiamo tantissimi altri progetti perché, prima e più del premio, quel che vogliamo fare è condividerli qui, su Pionero.it.

Poi, a Riccione (#ConvegnoRiccione2014) il 18 settembre, la X Edizione del Premio Egov (#premioegov14) premierà i migliori ma renderà merito a tutti coloro che, spingendo sull’innovazione consapevole, quella non fine a se stessa ma fine al miglioramento della vita del cittadino, può avere un impatto su industria, economia, PIL.

Come iscriversi al Premio Egov 2014

Iscriversi al#premioegov14 è questione di un attimo: basta compilare il semplice e intuitivo form presente su Pionero (clicca qui) e il gioco è fatto. Come sempre sono state individuate alcune categorie – quest’anno sette – tra le quali scegliere di inserire uno o più progetti. Il progetto, qualora attinente, può essere iscritto anche a più di una categoria.

premioegov13_arsenal premioegov13_inps

A Grottaglie Volendo si Puo’ Fare!

Sorprese e clamorose iniziative: il Comune di Grottaglie (Puglia) è iscritto alla categoria “Cultura e competenze digitali (per la PA, i cittadini e le imprese)“: il nome, “Volendo Si Può Fare“, è relativo a una progettualità caratterizzata da una scarsità di risorse disponibili soprattutto di tipo umano.

Un singolo soggetto, responsabile oltre che dei Servizi Demografici anche ed in primis dei Servizi Informatici, senza alcun collaboratore interno in questi anni (2013/14) è riuscito a portare avanti e a realizzare una serie cospicua di progetti informatici tra cui i più importanti:

  1. virtualizzazione di tutti gli ambienti applicativi consolidando oltre 10 vecchi server dipartimentali su di una piattaforma completamente fault-tolerant basata su due unità che lavorano in modalità shadowing;
  2. realizzazione del cablaggio strutturato della storica sede comunale facendo coesistere nello stesso progetto le reti elettriche- telefoniche e dati nel rispetto delle attuali norme di sicurezza;
  3. servizio di videosorveglianza del territorio realizzato con fondi PON con l’installazione di circa 20 telecamere, rete in fibra e hiperlan, sala apparati, sala controllo gestita dalla Polizia Municipale.

Il tutto è stato possibile solo concentrando lo sforzo su quelle attività che devono rimanere in capo ai soggetti responsabili della Pubblica Amministrazione e che sono:

  • Progettualità preliminare di massima;
  • Controllo, anche nella scelta, dei contractor esterni;
  • Controllo continuo della spesa;
  • Capacità di utilizzare le poche risorse messe a disposizione da altri uffici coinvolti nei progetti

Lucky: il prelievo e’ senza Coda a Padova

L’Azienda Ospedaliera di Padova ci prova con “Lucky: il Prelievo è senza coda“, progetto iscritto alla categoria “Cultura e competenze digitali (per la PA, i cittadini e le imprese)“. Si tratta di un’applicazione che permette di prenotare via web il turno per le analisi di laboratorio e per il ritiro di referti. E’ il servizio – quindi – che fa la coda al posto dell’utente.

Salute: il nulla osta è informatizzato al Porto di Venezia

Il Premio Egov tocca tutte le amministrazioni. E ci fa immensamente piacere ricevere la candidatura dell’Ufficio di Sanità Marittima ed Aerea di Venezia (USMAF), ufficio periferico del Ministero della Salute che ha iscritto alla categoria “Efficienza interna e semplificazione (rendere snella e veloce l’azione amministrativa)” il progetto “Procedura informatizzata per il rilascio di nulla osta sanitari“.

Il progetto consiste nell’adozione di una nuova procedura, che si basa su una completa informatizzazione dell’intero processo di richiesta/rilascio dei n.o.s./d.c.e.:

  • il presentatore inserisce la richiesta di n.o.s./d.c.e. e la relativa documentazione nell’applicativo NSIS-USMAF del Ministero della Salute,
  • al fine di dare comunicazione delle richieste effettuate mediante l’applicativo, il presentatore invia all’Usmaf un’e-mail, contenente il codice richiesta, su una casella di posta elettronica appositamente dedicata alle richieste telematiche,
  • durante l’intero processo di lavorazione delle richieste, il presentatore può visualizzare, mediante apposito cruscotto nella propria area dell’applicativo NSIS-USMAF, tutti gli stati di lavorazione delle pratiche,
  • al termine dell’istruttoria, la richiesta di n.o.s./d.c.e. viene chiusa dall’Usmaf nell’applicativo e il n.o.s./d.c.e. non viene più inviato via fax, dato che “le amministrazioni comunicano per via telematica gli esiti dei procedimenti di rispettiva competenza all’ufficio doganale…” (ex comma 4-art4, ex comma 3-art.5, D.P.C.M. n° 242/2010),
  • in seguito alla cooperazione applicativa tra il sistema informativo NSIS-USMAF con quello dell’Agenzia delle Dogane (“AIDA SERVIZI PER L’INTEROPERABILITÀ” – https://aidaservizi.agenziadogane.it/liferay/), il presentatore e l’Agenzia della Dogane possono visualizzare per via telematica tutte le fasi del procedimento, compresa la conclusione, sul portale AIDA,
  • la merce viene, perciò, liberata in tempo reale, al netto del parere di altre amministrazioni e fatti salvi i tempi necessari per conoscere gli esiti di eventuali esami di laboratorio (ex art.4-comma 2, D.P.C.M. n° 242/2010).

Gli elementi che maggiormente caratterizzano l’informatizzazione della procedura sono:

  • ampio utilizzo della posta elettronica (in sostituzione del fax),
  • gestione informatizzata della documentazione di accompagno di ogni singola richiesta, allegata in formato elettronico nell’applicativo NSIS-USMAF e non più presentata a mezzo fax e/o cartacea,
  • dialogo tra gli applicativi del Ministero della Salute e dell’Agenzia delle Dogane.

Premi ed eventi collaterali

Alla scadenza del bando – 31 luglio 2014 – una giuria di esperti selezionerà i finalisti per ogni categoria e infine, il 18 settembre a Riccione durante il convegno di cerimonia del Premio Egov (resta collegato, a breve sveleremo tutto sull’evento che per l’occasione sarà ancor più ricco delle precedenti edizioni!), saranno premiati i vincitori con targa speciale più buono spesa da 300 euro in prodotti Maggioli.

Il format 2014 – che come l’anno scorso sarà ospitato nell’ambito delle Giornate della Polizia Locale (#ConvegnoRiccione2014) – si inserisce all’interno di un programma che intende dare ancora più spazio all’innovazione che concretamente viene fatta nelle e dalle PA locali.

Il giorno successivo alla premiazione si terrà infatti il convegno AGENDA DIGITALE LOCALE – Nuove idee per città intelligenti e sicure, dove sarà presentato anche Open City Platform, il progetto che ha vinto un bando del Miur e che vede la collaborazione di Maggioli, ANCI regionale di  Emilia-Roma, Toscana e Marche, Istituto nazionale di fisica nucleare, Almaviva e Santer Reply.

ISCRIVITI AL PREMIO EGOV 2014

Vedi tutto sull’edizione 2013

TUTTE LE FOTO DEL’EDIZIONE 2013

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register