Le app indispensabili in viaggio

Scritto da:     Tags:  ,     Data di inserimento:  11 luglio, 2014  |  Nessun commento
11 luglio, 2014
copilot

Visite: 995

CoPilot, software di navigazione tra i più premiati del settore (prodotto da ALK Technologies, leader riconosciuto nel settore della navigazione) ha chiesto agli italiani come si preparano al break estivo. E in particolare quali app da viaggio sono indispensabili.

Il 69% dei nostri connazionali si definisce spirito libero mentre il restante 31% conferma di pianificare tutti i dettagli del viaggio mesi prima. Ma sono solo pochi coloro che si lasciano guidare completamente dall’ispirazione del momento, dato che più della metà del campione anche in vacanza non rinuncia alla tecnologia e, di fronte ad un bivio, decide di consultare il navigatore (53%). Scende al 35% il numero di coloro che seguono la tradizione e si affidano ai sapienti consigli dei passanti, mentre solo il 12% si affida al caso.

Ci sono poi alcune situazioni in cui gli italiani in vacanza proprio non vorrebbero trovarsi. La circostanza più gestibile è quella di detestare il cibo locale (13%): del resto, la cucina italiana è insuperabile! A seguire l’impossibilità di utilizzare il telefonino (15%) e l’ansia di perdersi (24%). In questo caso, a tranquillizzare gli animi ci pensa CoPilot che, con la sua funzionalità offline, consente di fruire delle mappe anche in assenza di connessione internet fornendo addirittura 3 strade alternative tra cui scegliere. Una soluzione a due problemi che rendono questa app davvero essenziale in viaggio! In primis su tutto però campeggia il terrore dello smarrimento dei bagagli selezionato dal 46% del campione.

cosa mettere in valigia

Il tema della valigia crea sempre dubbi e perplessità. Probabilmente in linea con la paura che possa essere persa, sempre più italiani decidono di dotarla del minimo indispensabile per affidarsi poi ai prodotti e agli acquisti locali (50%). Un irriducibile 23%, invece, si arma di check-list mesi prima e comincia a spuntare le singole voci prima ancora di aver deciso la meta, mentre un italiano su tre segue ancora la scuola della casualità, ovvero “riempire finché c’è spazio (27%)!”

cosa mettere nello smartphone?

Sì, perché è condizione necessaria e sufficiente accessoriare il proprio device in base alla propria destinazione o alle proprie esigenze. Sul primo gradino del podio campeggia indiscusso il meteo (93%) seguito dalla fotografia (36%) mentre in terza posizione, a soli pochi punti di distanza, si affermano le applicazioni di navigazione satellitare (33%). A seguire si classificano i social network (22%), le applicazioni di primo soccorso (18%), il traduttore (8%) e i giochi (7%).

App %
Meteo 93%
Fotografia 36%
Navigazione satellitare 33%
Social network/Messaggistica istantanea 22%
Primo soccorso 18%
Traduttore 8%
Giochi 7%

Vedere un così elevato numero di italiani che non rinuncerebbe mai ad una app di navigazione satellitare ci spinge a migliorare sempre di più le nostre funzionalità e soluzioni in modo da poter offrire una valida risposta ad un bisogno forte dell’utenza” dichiara David Quin, VP di Applicazioni Consumatore presso ALK Technologies. “Poter contare su un supporto tecnologico di navigazione è utile non solo in auto, ma anche in bicicletta o per tragitti a piedi. Il viaggio è sinonimo di divertimento, gioia e spensieratezza, per cui avere la garanzia di una app sempre a disposizione che non consuma traffico dati e funziona anche senza connettività mobile è decisamente un valido aiuto e rende il viaggio più rilassante. Ecco perché CoPilot è sempre più apprezzato”.

APP MOBILE

APP MOBILE


Dario Grilli , 2014, Maggioli Editore

Le App si differenziano rispetto a tutti gli altri prodotti digitali per modalità di fruizione, business model adottato e facilità di acquisto. Tali peculiarità, unite alla velocità di diffusione, agli alti volumi di vendita, alla continua evoluzione ed alla componente tecnologica...


38,00 € 34,20 € Acquista

su www.libreriaprofessionisti.it


Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: