Premio Egov 2014: Umbria e Genova ci sono. E voi? Iscrivetevi subito! - Pionero
Per la tua pubblicità su questo sito:


Premio Egov 2014: Umbria e Genova ci sono. E voi? Iscrivetevi subito!

Scritto da:     Tags:  , , , , , , ,     Data di inserimento:  2 luglio, 2014  |  Nessun commento
2 luglio, 2014
premioegov13_premiazionepol

Visite: 4971

Continuano ad arrivare progetti, al Premio Egov 2014. Ma la scadenza si avvicina (31 luglio fine naturale del bando) e l’invito è di affrettarsi assolutamente ad iscrivere il proprio alla X edizione del Premio Egov, un classico della PA Digitale che Pionero continua a proporre e condividere online proprio perché l’innovazione pubblica c’è ma va assolutamente condivisa. Non solo per mostrarla, quindi, ma soprattutto per ‘contagiare’.

L’idea di base del Premio Egov ( #premioegov14) è sempre stata questa, la contaminazione. Ecco perché abbiamo bisogno di comuni, province, regioni, Asl e tutte le pubbliche amministrazioni ricettive che presentino il loro progetto e, a Riccione il prossimo 18 settembre ma prima ancora sulle pagine di Pionero.it, le mostrino a tutti i cittadini che di servizi innovativi e miglioramenti della vita quotidiana hanno estremo bisogno.

Come iscriversi al Premio Egov 2014

Prima di tutto, ricordiamo a tutti che iscriversi al#premioegov14 è facilissimo: basta compilare il semplice e intuitivo form presente su Pionero (clicca qui) e il gioco è fatto. Come sempre sono state individuate alcune categorie – quest’anno sette - tra le quali scegliere di inserire uno o più progetti. Il progetto, qualora attinente, può essere iscritto anche a più di una categoria.

premioegov13_relatori premioegov13_premiazionepa

LibreUmbria@Scuola: cultura digitale per ragazzi e genitori

Nella nostra rassegna sui progetti iscritti al #premioegov14, proseguiamo con la categoria “Cultura e competenze digitali (per la PA, i cittadini e le imprese)“: la Regione Umbria, più precisamente il Centro Competenza Open Source Umbria (CCOS) propone LibreUmbria@Scuola, iniziativa strettamente collegata all’adozione del software libero LibreOffice nelle PA umbre e che si concretizza con l’organizzazione di seminari gratuiti presso le scuole, rivolti a genitori e insegnanti, sui temi della cultura digitale (rapporto tecnologie e ragazzi, conoscenza condivisa e del software libero, sicurezza, uso dei social media, cyberbullismo). Oltre ai seminari è prevista l’erogazione di corsi di informatica in aula multimediale su sistemi operativi open source (Ubuntu) e software libero di office automation (LibreOffice).

Il progetto intende promuovere la conoscenza e l’utilizzo del software libero nelle scuole, a partire da quella primaria, attraverso la formazione di genitori e insegnanti che a loro volta potranno formare, secondo un modello di formazione a cascata, altri genitori e insegnanti oltre che i bambini.

LibreUmbria@Scuola nasce dalla volontà del gruppo di lavoro di LibreUmbria di “contaminare” i ragazzi, a partire dai più piccoli, e aiutarli a creare sane “abitudini digitali” sia nell’utilizzo consapevole delle tecnologie che nella scelta di prodotti open source.

Questa prima esperienza “pilota” di LibreUmbria@Scuola vuole dar vita ad una serie di collaborazioni con le scuole del territorio, al fine di organizzare nei prossimi anni scolastici altri momenti di formazione e informazione sul digitale, oltre che promuovere lo scambio di buone pratiche di sviluppo della cultura digitale tra scuole (di questa prima esperienza, ad esempio, particolarmente interessante e replicabile in altre realtà è l’esperienza del wiki scolastico attivato dalle insegnanti).

Dal C0mune di Genova un bel Citymessage

L’ente proponente è il Municipio IX LEVANTE del Comune di Genova, il progetto si chiama Citymessage ed è stato iscritto alla categoria “Comunicazione e marketing territoriale (con particolare riferimento all’utilizzo dei media sociali)“.

Citymessage è un sistema di comunicazione basato su schermi digitali installati nelle piazze e nei negozi. Tramite il web l’Ufficio Comunicazione può inviare immagini, informazioni ed allerte in tempo reale in tutti gli schermi installati nei quartieri di competenza territoriale.

Gli schermi si trovano in piazze, negozi e centri commerciali frequentati dai cittadini del Municipio e contribuiscono ad una diffusione capillare delle informazioni che vengono condivise da Istituzioni, Consorzi di commercianti, Associazioni socio -culturali e di volontariato.

Premi ed eventi collaterali

Alla scadenza del bando – 31 luglio 2014 – una giuria di esperti selezionerà i finalisti per ogni categoria e infine, il 18 settembre a Riccione durante il convegno di cerimonia del Premio Egov (resta collegato, a breve sveleremo tutto sull’evento che per l’occasione sarà ancor più ricco delle precedenti edizioni!), saranno premiati i vincitori con targa speciale più buono spesa da 300 euro in prodotti Maggioli.

Il format 2014 – che come l’anno scorso sarà ospitato nell’ambito delle Giornate della Polizia Locale – si inserisce all’interno di un programma che intende dare ancora più spazio all’innovazione che concretamente viene fatta nelle e dalle PA locali.

Il giorno successivo alla premiazione si terrà infatti il convegno AGENDA DIGITALE LOCALE - Nuove idee per città intelligenti e sicure, dove sarà presentato anche Open City Platform, il progetto che ha vinto un bando del Miur e che vede la collaborazione di Maggioli, ANCI regionale di  Emilia-Roma, Toscana e Marche, Istituto nazionale di fisica nucleare, Almaviva e Santer Reply.

ISCRIVITI AL PREMIO EGOV 2014

Vedi tutto sull’edizione 2013

TUTTE LE FOTO DEL’EDIZIONE 2013

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: