Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Agenda Digitale / Aziende / Egovnews / in evidenza / Innovazione / Marketing

Il cloud di Aruba e’ certificato e abilitante per la PA

Il cloud di Aruba e’ certificato e abilitante per la PA
3 minuti di lettura

Il cloud computing migliora la PA e il servizio che la PA fornisce al cittadino. Quindi, di fatto, la ‘nuvola’ se ben utilizzata migliora l’efficienza pubblica e la soddisfazione dell’utente finale perché semplifica le procedure e l’integrazione. Aruba ha sviluppato un servizio di cloud computing innovativo e funzionale per qualsiasi tipo di PA: ne abbiamo parlato, al ForumPA 2014, con il Direttore Servizi Certification Authority Andrea Sassetti.

Qual’è l’ultima frontiera del cloud computing di Aruba?

L’Aruba Certified Cloud è un servizio che vede la convergenza della filosofia cloud applicata ai servizi di certificazione. La pubblica amministrazione potrà quindi fruire di una serie di servizi quali la firma remota, firma automatica, protocollo informatico, fatturazione elettronica, conservazione sostitutiva, firma grafometrica e tanti altri, in modalità cloud.

Quali sono i principali vantaggi del cloud sui servizi della PA?

Prima di tutto la semplicità: i servizi saranno disponibili senza la necessità di doversi notare di tutta l’infrastruttura hardware. Con semplici interfacce di gestione amministrazione e anche integrazione, la PA sarà in grado di fruire di tutti questi servizi. Parliamo di un ambiente cloud certificato nel senso che è in grado di offrire servizi di certificazione, e quindi di snellire tutta la procedura di digitalizzazione e dematerializzazione.

Il cloud computing ha sfondato in Italia come già successo negli Stati Uniti prima e in Europa poi? Che tipo di consapevolezza c’è?

La PA italiana si sta aprendo al cloud computing soprattutto su tutti i servizi che prima dovevano necessariamente essere erogati all’interno dei data-center di proprietà dell’ente. Questo è molto importante, è un passaggio di apertura che vede il cloud come una tecnologia abilitante alla semplificazione e alla maggior integrazione con le applicazioni che la pubblica amministrazione eroga, ossia i servizi dedicati ai cittadini. Da questo punto di vista la consapevolezza è già forte.

Aruba Certified Cloud: pillole

1. Firma digitale remota

  • Architettura flessibileArchitettura “scalabile” progettata per gestire centinaia di migliaia di Utenti ed andare incontro alle specifiche esigenze del Cliente
  • Integrazione semplice e veloce – Semplici interfacce per un’integrazione “immediata” delle funzionalità di firma remota
  • Multidevice: PC, Tablet, Smartphone
  • Valore Legale – Pieno rispetto della vigente normativa in materia di firma digitale

2. Firma Automatica Massiva

  • Throughput Garantito – Soluzione in grado di garantire il throughput necessario a soddisfare le specifiche esigenze di firme/sec
  • Architettura flessibile – Architettura “scalabile” progettata per gestire migliaia di Utenti ed andare incontro alle specifiche esigenze del Cliente
  • Integrazione semplice e veloce – Semplici interfacce per un’integrazione “immediata” delle funzionalità di firma automatica massiva
  • Valore Legale – Pieno rispetto della vigente normativa in materia di firma digitale

3. PEC

  • Architettura flessibile – Architettura “scalabile” progettata per gestire milioni di caselle ed andare incontro alle specifiche esigenze del Cliente
  • Integrazione semplice e veloce – Semplici interfacce Web Service per un’integrazione “immediata”
  • Valore Legale – Pieno rispetto della vigente normativa in materia di firma digitale
  • Archivio di Sicurezza – Area dove poter archiviare i messaggi in ingresso od in uscita. E’ una duplicazione del messaggio in un archivio di sola lettura. Il cliente potrà scegliere cosa duplicare nello spazio di archivio: Solo le ricevute ; tutti i messaggi in ingresso, tutti i messaggi pec etc. E’ consultabile dalla webmail o IMAPS
  • Multiutenza – Ideale per chi ha bisogno di una casella a cui possono accedere più utenti, ognuno con le proprie credenziali (caselle di struttura). Il titolare autorizza i propri collaboratori, decidendo per ciascuno il profilo d’uso: – modalità di accesso (login/password o smart card); – accesso in sola lettura, lettura e scrittura, completo; – possibilità di abilitare a sua volta, altri collaboratori
  • Conservazione Sostitutiva dei messaggi PEC
  • Servizio Newsletter PEC
  • Infrastruttura dedicata per invio massivo di messaggi PEC

4. Conservazione Sostitutiva

  • Flessibile – Architettura “scalabile” progettata per gestire l’elaborazione di grandi volumi di dati. Facilmente integrabile con le soluzioni del cliente.
  • Valore Legale – Garantisce integrità, autenticità e immodificabilità del documento conservato
  • Facilmente Consultabile – Facile consultazione e rintracciabilità dei documenti archiviati
  • Sicura – Documenti custoditi in Data Center con i massimi livelli di sicurezza e di disponibilità, che prevengono tentativi di intrusione o interruzioni del servizio

5. Fatturazione Elettronica

  • Servizio aggiuntivo della soluzione di Conservazione Sostitutiva
  • Servizio di firma automatica da parte del Titolare e marcatura temporale della fattura (opzionale)
  • Funzione di intermediario con trasmissione fattura al SdI e gestione dei messaggi di ritorno
  • Conservazione Sostitutiva della Fattura
Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register