Apps & Mobile / in evidenza / Marketing / Social Media

YouTube eliminera’ i video musicali delle etichette indipendenti?

YouTube eliminera’ i video musicali delle etichette indipendenti?
1 minuti di lettura

Secondo alcuni portali, come ad esempio The Verge e il Financial Times, Google dovrebbe presto rimuovere da YouTube i video musicali prodotti dalle etichette indipendenti perché non avrebbere accettato i termini contrattuali proposti per il nuovo servizio di musica in streaming a pagamento dal colosso di Mountain View.

A segnalare questa possibile rimozione dei video musicali indipendenti è lo stesso Robert Kyncl, responsabile dei contenuti di YouTube, il quale sottolinea come YouTube cancellerà i video “nel giro di qualche giorno”, per assicurarsi che tutti i contenuti sulla sua nuova piattaforma rispettino i nuovi termini contrattuali. Attualmente secondo Google le case discografiche che rappresentano il 95 per cento del mercato hanno firmato l’accordo (fra queste le grandi case discografiche come Warner, Sony, Universal ecc.).

L’accordo riguarderebbe principalmente gli introiti dei video caricati e l’utilizzo dell’intera piattaforma, in quanto YouTube include un servizio di monetizzazione che consente agli artisti e alle case discografiche di poter guadagnare soldi per ogni video visitato dall’utente. In effetti alcuni mesi fa Youtube aveva annunciato il lancio di un suo proprio servizio di streaming musicale che permetterebbe agli utenti di visualizzare video musicali offline e senza pubblicità al costo di un canone mensile.

Molti artisti si sono schierati contro la strategia di YouTube. Da notare che quando parliamo di etichette indipendenti non si tratta solo di nuovi artisti ma anche di nomi molto famosi come Adele, Radiohead, Jack White, Arctic Monkeys, Franz Ferdinand, e molti altri ancora.

Attualmente i video indipendenti sono ancora disponibili da YouTube e da Google non è arrivata nessun annuncio di rimozione di video, modifiche dei termini di servizio o altro. Alcuni di questi contenuti potrebbero comunque essere disponibili attraverso alcuni canali come Vevo, fa notare la Bbc.

Foto del profilo di Alessio Sfienti
Appassionato del mondo Linux e della filosofia Open Source, da anni si occupa della cura di periodici e siti web di consulenza dedicati alla Pubblica Amministrazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>