Sui social si diventa miti: Claudia Ochoa e’ la donna Traffic

Scritto da:     Tags:  , , , , ,     Data di inserimento:  8 giugno, 2014  |  Nessun commento
8 giugno, 2014
claudia-ochoa-felix

Visite: 3203

Che i social network abbiano l’innata capacità di amplificare a livelli inauditi qualsiasi cosa, notizia, stato, opinione, foto, lo sapevamo già e lo sapeva bene anche Claudia Ochoa. La storia di questa Miss Traffic di Twitter, Instagram e anche Facebook, è interessante e dimostrativa non tanto per le foto che posta, ma nel perché lo fa.

Tutti se lo chiedono, e probabilmente la sua è solo vanità oppure pubblicità (si, ma a chi?). Che poi, onestamente, il mito si costruisce proprio così, tra il vero e il non vero, in un misto di concupiscenza che rende il tutto molto film e poco reale. Di fatto, fosse anche una lavandaia di Ostia, noi comunque la immagineremmo a fianco di Jhonny Deep a saltellare sui dollaroni freschi di spaccio dopo una seduta di sesso sfrenato.

claudia_ochoa claudia_ochoa_felix_2

In tal caso, Claudia Ochoa ha già vinto. Primo perché – dicono – non è indagata per nulla ma è, secondo tutto il Messico, l”Emperatriz de Los Ántrax“, imperatrice di uno degli squadroni della droga più spietati del Paese delle nuvole. Claudia Ochoa Félix è giovane e bella, e non ha paura di mostrarsi.

Sui social pubblica esuberanti autoscatti, tanto che i giornali stranieri l’hanno paragonata alla star Kim Kardashian, proprio per la sua smania di protagonismo. Quasi sempre poco vestita, spesso circondata da personaggi in modalità squadriglia con mitra spianati e facce non troppo raccomandabili.

Dicono abbia 27 anni e 3 figli, ma nessuno sa dove sia. Le foto che pubblica, anche selfie, non lasciano trapelare indizi ma poi, ripetiamo, non è mica indagata per nulla. La sua specialità sembrano essere infatti gli autoscatti ammiccanti, dai quali lancia baci sottolineati da un rossetto infuocato verso l’obiettivo.

claudia_ochoa_2

Qualcun’altro, sempre sui social, dice che le conviene fare attenzione: il suo predecessore, José Rodrigo Aréchiga Gamboa, conosciuto anche come Chino Antrax, amava scattarsi foto in stile “Scarface” e postarle su Instagram. Proprio le foto, però, gli sono state fatali: grazie alle indicazioni fornite sul social per disattenzione, la polizia è riuscito a catturarlo in Olanda. Arrestato con l’accusa di traffico illegale di stupefacenti e di essere responsabile di numerosi assassini, ora è stato sostituito proprio da Claudia Ochoa Félix.

Non ci fossero stati i social network, la leggenda sarebbe stata tramandata durante le ‘sieste’ dei bar più sperduti di Puebla. Così invece tutti sanno chi comanda, e probabilmente ci faranno un film, un disco, un cortometraggio, magari un servizio fotografico. Il resto – i mitra, la droga, i massacri – passa in secondo piano. Tutti guardano lei che ‘sboccia’ e si chiedono dove sia, tipo Osama Bin Laden e il Mullah Omar ai tempi del post 11 settembre.

claudia_ochoa_felix

Social network

Social network


Francesco Tissoni , 2014, Maggioli Editore

Per operare consapevolmente nel mondo della comunicazione e del marketing sono necessari strumenti critici e culturali: il volume unisce una conoscenza teorica al sapere pratico oggi necessario per districarsi fra innumerevoli software e applicazioni. Il testo offre una panoramica su alcuni...


22,00 € 17,60 € Acquista

su www.libreriaprofessionisti.it


Lascia un commento