Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

iPhone 6, indizi dal WWDC: subito le versioni a 4.7 e 5.5 pollici!

iPhone 6, indizi dal WWDC: subito le versioni a 4.7 e 5.5 pollici!
2 minuti di lettura

L’Iphone 6 uscirà, probabilmente, il 19 settembre 2014 ma potrebbe anche uscire il venerdì prima o quello dopo: di sicuro ci siamo quasi, e se al WWDC non si è parlato nello specifico dell’ultimo Melafonino, basta leggere dentro le righe di due dei riferimenti principi dell’evento, iOS 8 e XCode6, per trovare indizi preci su come sarà il prossimo iphone di Apple.

iPhone 6 non avrà la versione da 128 GB, reso inutile da iCloudDrive, uno spazio online dove archiviare foto, video ed altri dati a cui accedere da un qualsiasi dispositivo equipaggiato con iOS 8 o OS X Yosemite. I primi 5 GB saranno gratuiti, ed altri 20 proposti al prezzo di 0.99 centesimi (fino ad un massimo acquistabile di 1 TB).

Inoltre Phone 6 integrerà quasi certamente il Touch ID, ma non limitato alle due uniche funzioni predisposte per iPhone 5S (sblocco del dispositivo ed acquisti su App Store). iOS 8 ha aperto infatti l’accesso al sensore biometrico alle app terze. Ma la notizia più bella per i futuri possessor di iPhone 6 è sicuramente il supporto software, visto e considerato che iPad 2 riceverà iOS 8, a distanza di quattro anni dal lancio. Se la cosa si ripetesse anche per iPhone 6, Apple avrebbe battuto su tutta la linea la concorrenza Android.

Infine, gli schermi, ossia la parte più interessante perché se è certa l’uscita della versione smartphone a 4.7 pollici, tutti vorrebbero sapere se uscirà subito anche la phablet di iPhone 6 a 5.5 pollici o se, per questa, bisognerà attendere addirittura il 2015. Qui ci si può far ispirare da XCode 6, il tool per la programmazione e codifica di nuove applicazioni.

Accedendo a questo ultimo software, diversi sviluppatori hanno notato una nuova feature che potrebbe essere indice dell’imminente arrivo di iPhone 6 coschermi da 4.7 e 5.5 pollici. Per testare le dimensioni della propria applicazione, infatti, fino a oggi Apple ha reso disponibili delle impostazioni predefinite, pari alla risoluzione degli iPhone, degli iPad e degli iPod Touch in vendita.

Con XCode 6 è stata invece garantita la possibilità di inserire dei dati di larghezza e altezza del tutto arbitrari, anche di molto più grandi rispetto a pixel e DPI dei device ora in circolazione. Sebbene il nome del nuovo iPhone 6 non venga fatto esplicitamente, si ritiene che questa introduzione risponda alla necessità di abituare sin da subito i developer a nuovi formati, con strumenti di ingrandimento automatico per una transizione ai futuri display priva di stress.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register