Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Agenda Digitale / Egovnews / in evidenza / Innovazione / Marketing / Politica / Strategia

Marianna Madia Miss Agenda Digitale subito alla prova Ragosa

Marianna Madia Miss Agenda Digitale subito alla prova Ragosa
2 minuti di lettura

L’agenda Digitale italiana sarà nelle mani di Marianna Madia, il Ministro per la PA e la Semplificazione che il premier @matteorenzi ha identificato come persona di riferimento per tutte le leggi e i provvedimenti futuri sul digitali. Inoltre, da oggi è operativo il nuovo modello Agid.

La Madia e l’esposto su Ragosa

Il ministro @mariannamadia avrà le deleghe per l’Agenda digitale e assumerà la vigilanza sull’Agenzia per l’Italia digitale. Il decreto di attribuzione è pronto da tempo, dal giorno successivo alla nomina del Ministro Madia incaricato alla semplificazione e alla pubblica amministrazione, ma è stato registrato solo da due settimane.

Il decreto, in via di pubblicazione, aspetta la registrazione della Corte Dei Conti, ma pone fine a molte delle illazioni fatte finora in tema di governance degli adempimenti relativi all’agenda digitale. E porta in dono a Marianna Madia l’Agenzia che la deve realizzare (Agid).

Quello che conta non è tanto, però, la forma di tutto ciò ma la sostanza. Una bella patata bollente, per la neo mamma Madia, giovanissima e arrembante come peraltro l’amica-collega Maria Elena Boschi: l’ispettorato Generale del Ministero dell’Economia e delle Finanze ha infatti appena inviato alla Presidenza del Consiglio una lettera in cui chiede di intervenire relativamente alla segnalazione di una serie di irregolarità commesse nella gestione dell’Agid da parte del suo direttore, Agostino Ragosa.

È in sostanza un invito ad agire subito, trattandosi di irregolarità che inficiano l’operatività stessa dell’Agid e la sua capacità di implementare la parte italiana dell’Agenda digitale europea. Nella lettera vengono contestati, su segnalazione del collegio dei revisori dei conti Agid, l’affidamento di incarichi dirigenziali in violazione della legge e l’affidamento diretto di forniture in violazione “delle norme di procedure di evidenza pubblica“.

Nuovo Modello Agid

Nel frattempo è stato varato il nuovo modello organizzativo Agid prevede 19 uffici, che equivale al numero di quelli degli enti a cui l’Agenzia è subentrata. Ci saranno quattro uffici di supporto alle funzioni dell’Agid (con compiti specialistici di elevata complessità) e 15 uffici di linea dedicati al perseguimento diretto delle missioni istituzionali. A loro volta, questi ultimi sono divisi in cinque aree strategiche (funzioni).

– La funzione “Sviluppo della domanda” assicura le azioni per lo sviluppo delle iniziative in materia di digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni.

– La funzione “Architetture e regolamentazione” per la definizione e il coordinamento del disegno e della progettazione delle architetture e degli standard tecnologici nell’ambito dell’amministrazione digitale.

– La funzione “Progetti strategici” per la progettazione e il coordinamento delle iniziative strategiche anche a carattere intersettoriale, per migliorare l’erogazione di servizi in rete della PA a cittadini e imprese.

– La funzione “Sistemi informativi sicurezza e vigilanza”: governo, sviluppo e integrazione dell’infrastruttura ICT, della rete fonia, dei servizi informatici e telematici e degli apparati di sicurezza dell’Agenzia; la sicurezza informatica e continuità operativa dei dati, dei sistemi; l’attività per il funzionamento del Computer Emergency Response Team (CERT).

– La funzione “Analisi sistemi e rapporti internazionali”: i rapporti con gli Organismi istituzionali, internazionali e comunitari sui temi dell’innovazione tecnologica, della Società dell’informazione e dell’e-Government; il supporto alle amministrazioni nazionali e locali nel raggiungimento di obiettivi di standardizzazione e revisione dei processi interni di ottimizzazione della spesa informatica complessiva.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register