Il backup delle conversazioni su Whatsapp: come fare

Scritto da:     Tags:  , , , ,     Data di inserimento:  5 maggio, 2014  |  3 Commenti
5 maggio, 2014
whatsapp_garante

Visite: 70361

Whatsapp non è legato in tutto e per tutto a un unico dispositivo. Ok, c’è un Whatsapp per un unico numero di telefono, ma le nostre conversazioni e i file multimediali che abbiamo inviato o ricevuto sul sistema di messaggistica numero 1 del pianeta possono essere archiviate online ed importate su un nuovo dispositivo.

La procedura del backup dei messaggi Whatsapp e soprattutto del passaggio di backup da uno smartphone/iphone ad un altro è molto importante perché, in caso di rottura, smarrimento o furto del nostro device, possiamo recuperare tutto. Ah, si può fare anche su iPhone e Windows Phone, ovviamente.

Il backup su Android

In primis si sappia che il problema del backup su Whatsapp deriva dal fatto che il ‘nostro’ non è un sistema che mantiene in rete un backup automatico come ad esempio fa Hangouts di Google. Per prima cosa bisogna quindi attivare i backup sul telefono dove sono presenti le conversazioni che vogliamo salvare.

Su Android, i messaggi Whatsapp vengono automaticamente salvati ogni giorno sulla memoria del telefono, quindi eliminando Whatsapp dallo stesso si perdono anche i backup. E’ possibile, però, eseguire un backup manuale prima di eliminare l’applicazione e ripristinarlo così in un secondo momento.

Per farlo è necessario aprile l’applicazione e andare su “impostazioni”, poi “impostazioni chat” e attivare, se non attivo, il backup automatico dei messaggi tramite l’opzione backup delle impostazioni“. Questo andrà a salvare in locale, nella memoria del nostro smartphone, tutte le nostre conversazioni in database criptati.

In seconda battuta bisogna collegare sempre lo stesso smartphone Android ad un pc e proiettarsi nella cartella WhatsApp/database, quindi copiare tutti i contenuti presenti in questa cartella sul computer, poi scollegare lo smartphone

Sul nuovo smartphone Android in cui si vuole installare Whatsapp è necessario non avere la app configurata. Quindi si può procedere con l’installazione di WhatsApp ma non con l’apertura! In seguito basta collegare ora lo smartphone Android al computer dove presente il  backup, andare nella memoria interna del telefono e cercare la cartella WhatsApp.

Una volta copiato il tutto, si può scollegare il telefono e aprire Whatsapp configurandolo. Dopo aver verificato il numero l’app proporrà in automatico di ripristinare un backup, ovvero tutti quei messaggi provenienti dal vostro vecchio telefono.

E’ anche possibile esportare una copia delle singole conversazioni – vale anche per le chat di gruppo – usando la funzione Invia chat via email:

  1. Tocca e mantieni la conversazione o gruppo.
  2. Seleziona Invia chat via email.
  3. Scegli se Allegare Media.
  4. Verrà composta una email con la tua cronologia chat allegata come
  5. documento .txt.
  6. Se scegli di allegare media, verranno allegati i file media più recenti.

Il backup su iOS

Il percorso è Impostazioni > Impostazioni chat > Backup della chat: da qui effettuare il backup al momento e impostare la cadenza con cui il sistema si occuperà di aggiornarlo ogni giorno, ogni settimana o ogni mese. E’ possibile anche decidere di disabilitare questa opzione.

Il backup viene salvato in iCloud, quindi è meglio assicurarsi effettuare il backup generale del dispositivo tramite lo stesso sistema e, già che ci siamo, anche su iTunes.

Lascia un commento

  • giuseppe

    e possibile leggere il file backup con qualche programma

  • Matteo

    ciao ho inserito il Buckup sul nuovo smartphone ma non lo legge. sapete dirmi perchè?

  • Gio

    Ciao non mi permette di fare il backup delle conversazioni