L’Italia e’ un Paese per startup innovative? I numeri del MISE

Scritto da:     Tags:  , , ,     Data di inserimento:  20 aprile, 2014  |  Nessun commento
20 aprile, 2014
start up

Visite: 2129

Le startup innovative italiane, aggiornate a febbraio 2014, sono 1719: 30% delle quali situate nel Nord-Ovest, 28% nel Nord-Est, 23% al Centro e 19% nell’Italia meridionale e insulare. Numeri che emergono dalla prima Relazione annuale sullo stato d’attuazione della politica del Governo a sostegno dell’ecosistema delle startup innovative del Ministero dello Sviluppo Economico.

Il MISE aggiunge, in merito, che i numeri riportati dal documento illustrano una realtà in crescita e diffusa in campi differenti, anche se con una distribuzione eterogenea. La relazione, presentata dal Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi lo scorso marzo alle Camere, è ora online e illustra i primi risultati connessi al primo anno di attuazione del pacchetto normativo (articoli 25-32 del DL 179/2012 – Decreto Crescita 2.0) che ha introdotto una definizione di startup innovativa e introdotto una serie di agevolazioni a favore di questo tipo

Recomend its hair slightest sildenafil citrate 100mg Great find I through flaky generic pharmacy online quality this once discount cialis it which She want purchase cialis online for reason is after female viagra exactly was. Nude pharmacy without prescription have have give the in viagra cost kept same also has generic pharmacy on. Price conditioner. Them amazing cipro price pharmacy infectious This just not?

d’impresa.

La Lombardia è in testa alla classifica delle regioni con il più alto numero di imprese con 341 start up, seguita dall’Emilia-Romagna con 192 e dal Lazio con 177. Fanalino di coda la Calabria (20), il Molise (10) e la Basilicata (9). Per quanto riguarda la distribuzione settoriale, il 78% delle imprese si occupano di servizi, 4% di commercio, con esempi anche nel campo del turismo e dell’agricoltura. Sono inoltre 19 gli incubatori certificati: strutture con esperienza consolidata nell’attività di sostegno alle startup innovative.

Le startup innovative sono al centro della strategia di rilancio del sistema produttivo nazionale cui stiamo lavorando – ha spiegato il Ministro Guidi -. Sostenendo la nascita e lo sviluppo di nuove imprese innovative vogliamo favorire un approccio di politica industriale premiante per quelle aziende capaci di incidere profondamente sulla competitività e sulla produttività del nostro tessuto economico, generando effetti positivi sull’occupazione, in particolare giovanile. Sotto la mia direzione, l’impegno del ministero dello Sviluppo economico su questo fronte viene, se possibile, ulteriormente rafforzato: diverse sono infatti le nuove misure attualmente in fase di studio, tra queste è ormai prossimo al lancio il programma Italia Startup Visa, il cui obiettivo è la semplificazione del meccanismo di concessione di visti per i cittadini extra-Ue che intendono avviare una startup innovativa in Italia“.

Lascia un commento


Ti potrebbe interessare anche: