Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn
Agenda Digitale / Egovnews / in evidenza / Informazione / Innovazione / Marketing / Strategia

La patente Europea del Computer ottiene il “bollino” ACCREDIA

La patente Europea del Computer ottiene il “bollino” ACCREDIA
5 minuti di lettura

L’Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico (AICA), ha recentemente ottenuto il riconoscimento di ACCREDIA, l’organismo nazionale incaricato di accreditare gli enti di certificazione, del programma europeo ECDL Full Standard.
ECDL Full Standard, parte integrante della Nuova ECDL, attesta il possesso di tutte quelle competenze che sono oggi necessarie per una piena cittadinanza digitale: quali saper usare gli strumenti di scrittura, di calcolo e di presentazione, e saper navigare in modo sicuro nel web utilizzando gli strumenti di collaborazione on line e i social network.
La Nuova ECDL è stata introdotta in Italia nel secondo semestre del 2013 e rinnova in profondità sia la struttura che i contenuti della Patente Europea del Computer, che è diffusa nel nostro Paese da oltre 15 anni e che è stata conseguita finora da oltre 2 milioni di Italiani.

I primati di ECDL Full Standard

Con il riconoscimento di ACCREDIA, ECDL Full Standard consegue due primati: diventare l’unica certificazione di competenze digitali accreditata ed essere anche l’unica di tipo “trasversale”, comune, cioè, a tutte le figure professionali, non solo del mondo ICT.
Con ACCREDIA, ECDL Full Standard diventa il modello di riferimento obbligato per Scuole, Assessorati Regionali al Lavoro e alla Formazione e Pubblica Amministrazione in generale, inclusi i Centri per l’Impiego” spiega Giulio Occhini, il direttore di AICA.

L’obiettivo di AICA è di accreditare gradualmente tutte le sue certificazioni, sia di cittadinanza digitale che specialistiche e professionali” prosegue.  “ Infatti, le caratteristiche comuni a tutte le certificazioni AICA e che hanno decretato il successo di oggi, sono l’internazionalità, la qualità e la neutralità rispetto al mercato, caratteristiche che ci rendono unici nel settore. Come sta scritto nel nostro Statuto, vogliamo in questo modo contribuire da protagonisti allo sviluppo della cultura digitale nel nostro Paese, per realizzare appieno le finalità dell’Agenda Digitale

Cosa cambia con l’accreditamento

Il d.lgs.  16 Gennaio 2013, n. 13, che norma il Sistema Nazionale di Certificazione delle competenze, stabilisce che i certificati emessi da privati, come AICA, possono entrare a far parte del Sistema Nazionale, purché accreditati dall’organismo italiano competente. Con l’accreditamento, ECDL Full Standard può quindi inserirsi nel Sistema Nazionale delle Certificazioni e nel Registro Nazionale delle Competenze.
Il “bollino” ACCREDIA porta rilevanti vantaggi di riconoscibilità per le persone, nei riguardi delle strutture e delle Istituzioni pubbliche e private, sia nella scuola che nel mondo del lavoro.
Chi completa il programma ECDL Full Standard entra oggi in possesso di un certificato a norma di legge, inserito in un Registro Pubblico, e incrementa così in modo significativo il valore e la spendibilità che, da sempre, hanno connotato la Patente Europea del Computer.
Più di 12 Milioni di persone nel mondo, distribuite in 150 Paesi, si sono diplomate negli ultimi 15 anni facendo, senza alcun dubbio, della ECDL, la più riconosciuta e apprezzata certificazione digitale del mondo.
Come conseguenza dell’accreditamento, sul diploma ECDL Full Standard comparirà, in evidenza, il marchio ACCREDIA.

I Vantaggi

Il “bollino” ACCREDIA arreca notevoli vantaggi a scuole, enti di formazione pubblici e privati, uffici dell’impiego, imprese e Istituzioni. Consente, infatti, nell’attività formativa, di potersi rapportare ad un insieme di competenze (“body of knowledge”) codificato in modo preciso,  e verificato con la certificazione, autorevole, accreditato e riconosciuto a livello nazionale e internazionale.

Nella scuola e nell’Università
ECDL Full Standard diventa lo strumento principale per attestare, con rigore, le competenze digitali dei giovani in uscita dalla scuola dell’obbligo, in ottemperanza a quanto da tempo prescrive la Commissione Europea.  Ma costituisce anche la certificazione da acquisire per tutti gli studenti delle scuole, come dimostrazione del possesso di quelle competenze che servono per essere cittadini consapevoli nel campo digitale. È destinata inoltre ad essere lo standard di competenze digitali da garantire come prerequisito per l’accesso agli studi universitari.

Nel lavoro
Con la ECDL Full Standard si possono riconoscere in modo oggettivo le competenze digitali di un candidato ad un concorso per titoli ed esami, ma si possono anche progettare e realizzare programmi di formazione volti alla riqualificazione del personale utilizzando i Fondi Interprofessionali.
Le imprese possono inoltre avvantaggiarsi di un titolo riconosciuto di competenza digitale che le garantisce dal punto di vista della immediata valorizzazione nell’azienda.

Nella pubblica amministrazione
ECDL Full Standard deve diventare la base condivisa di competenze digitali della PA centrale e locale per implementare il CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale).
Sulla base della ECDL Full Standard, le Pubbliche Amministrazioni dispongono oggi di una piattaforma pubblicamente accreditata per strutturare percorsi di formazione e certificazione per i cittadini, volti a fornire loro le competenze necessarie ad accedere, in modo consapevole, alla molteplicità dei servizi di rete oggi disponibili.
Infine, la ECDL Full Standard costituisce un eccellente pre-requisito e strumento di valutazione, nella assunzione di personale e nelle richieste di offerta.

Il riconoscimento di un percorso che guarda al futuro
Per AICA, che da molti anni è l’ente garante per l’Italia delle certificazioni informatiche europee, l’accreditamento da parte di Accredia è un riconoscimento del grande valore della proposta ECDL e della qualità con cui essa è gestita, in particolare riguardo ai tre fattori che la hanno sempre distinta.

  • La sua internazionalità: ECDL Full Standard è stata sviluppata dalla ECDL Foundation,  un organismo attivo a livello internazionale di cui AICA fa parte; questo garantisce l’omogeneità delle caratteristiche e la spendibilità delle certificazioni ECDL adottate in oltre 150 paesi del mondo.
  • La sua imparzialità: gli esami per ottenere la certificazione sono gestiti attraverso un sistema automatico, e possono essere sostenuti unicamente presso il circuito dei 3.000 Test Center  ECDL autorizzati da AICA,  sui quali è costante il processo di controllo e di verifica della qualità degli esami erogati.
  • La sua indipendenza: ECDL è indipendente da fornitori e produttori di hardware e di software, e indipendente da sistemi e applicazioni; si può conseguire utilizzando sia ambienti operativi proprietari, sia open source.

Su queste basi, AICA intende proseguire con Accredia per l’accreditamento anche delle altre certificazioni informatiche che compongono la famiglia ECDL e quelle professionali EUCIP.

Email Print Twitter Facebook Google LinkedIn

1 Commento

  1. L’accreditamento è uno strumento invisibile che però
    comporta dei vantaggi e dei benefici reali
    e percepibili, significa assicurarsi che il fornitore ha assolto a tutta
    una serie di obblighi e ha messo in campo tutte le risorse per poter immettere
    sul mercato un servizio che offre effettivamente quello che dichiara.

    Rispondi

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. Campi richiesti *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Lost Password

Register