Apps & Mobile / in evidenza / Marketing

Ecco perche’ Whatsapp potrebbe chiudere presto

Ecco perche’ Whatsapp potrebbe chiudere presto
2 minuti di lettura

Apriti cielo, Whatsapp potrebbe chiudere entro breve per lasciare spazio a ‘babbo’ Facebook Messenger, ribattezzato Messenger “e basta” dopo la separazione tecnica – ma non concettuale – dal contenitore social network.

Del resto se Zuckerberg ha comprato Whatsapp per 19 miliardi di dollari un motivo ci sarà: chiuderlo, però, sarebbe un po’ come acquistare Ibrahimovic, Messi (non quello degli ultimi due mesi però…) o Cristiano Ronaldo e farli marcire in panchina per dimostrare che la squadra può vincere anche senza il top player.

I misteri della messaggistica, dei social e dei click, però, sono infiniti e di sicuro i cervelloni di Facebook li conoscono molto bene: fra l’altro, la bomba in questione cioè che Whatsapp verrà archiviato a breve non viene da un qualunque sito privo di fondamento ma addirittura dal Daily Mail, uno dei più celebri portali inglesi.

Il quale precisa anche le motivazioni della chiusura di Whatsapp, che ricordiamo è una app di messaggistica istantanea in grado di girare su qualsiasi sistema operativo mobile, gratuito per un anno e poi, dal secondo, a pagamento (0.89 centesimi all’anno o super promozioni per 3-5 anni, motivo per cui fatichiamo a capire, nel caso, come possa essere messo in pensione senza conseguenze).

L’idea finale è creare due elenchi di contatti in parte diversi che si integrano verso un database da quasi due miliardi, di fatto una sorta di rete nella rete: del resto, l’introduzione delle chiamate gratuite su Facebook Messenger – mentre su Whatsapp non sono ancora arrivate, chissà perché – e l’eliminazione a breve della possibilità di chattare direttamente su Facebook sono due indizi

Il terzo è figlio delle prime due, ossia l’improvvisa nuova accelerazione di novità e interesse per le caratteristiche di Messenger proprio dopo l’acquisizione di Whatsapp.

Secondo il Daily Mail la società di Mark Zuckerberg di potrebbe addirittura obbligare gli utenti a migrare da Whatsapp a Facebook Messenger per mantenere il proprio abbonamento/servizio di messaggistica. Facebook non ha rilasciato alcuna informazione a riguardo anche se (stando a quanto indicato da AGI) la migrazione potrebbe partire proprio dall’Europa con le app WhatsApp per Android e Apple iOS a chiudere i battenti.

Per ora, però, l’Europa può stare serena: Whatsapp non chiuderà. Chiudiamo noi con le dichiarazioni, in merito, dello stesso Zuckerberg. “Vogliamo creare un sistema di esperienze diverse. Quanto a Messenger e Whatsapp, sono due cose diverse: una è una chat per chiacchierare con gli amici, l’altra un prodotto che ha sostituito gli sms. Sembrano simili ma quando si approfondiscono le sfumature e i modi in cui le persone le usano, si finisce per identificare in mercati molto diversi fra loro“. Vi fidate?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>