Social network per trovare lavoro: i video tutorial di Adecco aiutano candidati e selezionatori

Scritto da:     Tags:  , , , , ,     Data di inserimento:  20 marzo, 2014  |  Nessun commento
20 marzo, 2014
Beatrice-Podda---Adecco

Visite: 1202

Con Beatrice Podda, Digital Manager Adecco Italia, abbiamo fatto il punto su una modalità ancora inesplorata, per molti aspetti, di trovare lavoro, ossia ricerca e selezione di lavoro tramite social network e professional network. Viaggio all’interno di criticità, possibilità e prospettive: il canale AdeccoItaliaTV, in questo senso, fuga molti dei nostri dubbi.

La prima domanda e’ al tempo stesso la piu’ semplice e la piu’ complicata. Come usare oggi i social network per trovare lavoro?

Adecco ha iniziato questo percorso nel 2010 e in modo più strutturato nel 2011, in parallelo all’evoluzione del Web anche per la ricerca di lavoro. Parlare oggi dell’impatto del digitale sulla nostra vita privata e professionale è quasi ridondante. Le tecnologie, in questo senso, sono degli strumenti molto utili, ma per usarle correttamente bisogna averne completa consapevolezza. Scarsa conoscenza degli strumenti da utilizzare e come utilizzare spesso limitano le opportunità che potremmo cogliere. Ecco dove interviene Adecco, in supporto sia ai candidati che alle aziende: da un lato cambiano le modalità di ricerca di lavoro, ma dall’altro cambia anche la modalità di ricerca dei candidati.

Chi cerca e chi offre lavoro, soprattutto online,troppo spesso (ancora)  non si incontrano.  Per questo abbiamo realizzato la serie YouTube “Le faremo sapere: consigli pratici per la ricerca di lavoro”. Si tratta di 8 video tutorial, il quinto dei quali dedicato alla reputazione digitale, per sensibilizzare sull’uso appropriato ed efficace dei social media anche in ottica professionale.

Con il nuovo progetto dei video tutorial sui consigli di Adecco per trovare lavoro con i social network, ci stiamo addentrando sempre di più nel mondo del #SocialRecruiting. Dopo il primo video in digital animation, dedicato a Facebook con protagonista il giovane Edo Codecà (anagramma Adecco!), seguiranno una clip dedicata a Twitter e una a Linkedin.

Quali sono le principali criticita’ per i candidati?

In primis la percezione non uniforme di questi canali. Si sottovaluta spesso infatti l’importanza di avere un profilo LinkedIn aggiornato. Questo aspetto Adecco lo affronta con apposite formazioni, nelle Università, eventi e altre occasioni di confronto con i ragazzi alla ricerca delle prime opportunità: cosa fare per avere una presenza online curata ed uniforme?

Quando si parte con una presenza online bisogna farlo bene: non è tanto la quantità dei profili online, ma la qualità. Se si decide di essere presenti, occorre farlo al meglio. Per questo è preferibile una presenza mirata, ma efficace: pochi profili ma buoni, quindi.

E’ fondamentale fornire un’immagine professionale di se su LinkedIn e sugli altri canali, con consapevolezza dei propri livelli di privacy. Il 34% dei candidati, nell’indagine #SocialRecruiting e #DigitalReputation del 2012, dichiarava di non avere consapevolezza dei propri livelli di privacy su Facebook o di averla settata con visibilità aperta a tutti.

Un altro consiglio utile è dare personalità al proprio CV. L’obiettivo è essere se stessi in modo autentico, non creare delle false identità online. Un dato molto importante in questo senso è la possibilità di costruire una rete di relazioni anche online in modo che possiamo raccontarci attraverso ciò che dicono gli altri di noi.  L’indagine #SocialRecruiting 2013 ha rilevato che chi ha una rete sociale più ricca ed è più capace a utilizzare questi strumenti, ha automaticamente più probabilità di trovare lavoro utilizzando solo i social network professionali (49%). Essere recettivi e svegli anche sui social network è importante per una strategia di lavoro efficace!

Social network professionale e social recruiting: qual e’ lo scenario futuro?

Per i selezionatori, che si arrivi al social recruiting come strumento sempre più complementare dei canali tradizionali di selezione del personale. I professionisti che lavorano nelle risorse umane non hanno tutti un profilo LinkedIn (56% di presenza).

Dal lato dei candidati invece bisogna capire sempre di più che il Web può essere un alleato: l’ottica non può essere solo “difensiva”. Pensiamo ad esempio a cosa potremmo fare con l’aiuto del Web per rendere più efficace la nostra ricerca di lavoro, siamo certi di sfruttarlo al massimo delle potenzialità? Iniziamo quindi a partecipare attivamente alle discussioni e alle occasioni di dibattito, a trasmettere un’immagine forte di noi stessi e a fare vero e proprio marketing della nostra identità professionale: diventiamo intraprendenti perché oggi il Web ce lo consente.

Quali sono i vantaggi e gli obiettivi del canale AdeccoitaliaTV?

Il canale YouTube AdeccoItaliaTV vuole essere un ponte di collegamento che consenta di stabilire un’interazione coi candidati tramite i video: di contenuti sul mondo del lavoro il web è molto popolato, ma può essere utile capire come sfruttare ii social network, spesso i dubbi su questo fronte sono molti.

Il selezionatore, utilizzando un profilo Facebook per verificare se quello che c’è su un CV corrisponde al vero, è portato alla ricerca complementare. Su AdeccoItaliaTv ci sono tanti consigli in merito: si possono utilizzare per verificare la rete di contatti (fino a pochi anni fa sul CV c’era la referenza, oggi c’è il nostro network che racconta il passato).

Per quel che riguarda i candidati, è fondamentale la libertà di scegliere: cosa far vedere e cosa lasciare nascosto? La nostra “porta di casa” online siamo noi a decidere se lasciarla aperta oppure no…

Trovare lavoro coi social: l’indagine #SocialRecruiting 2013 nelle immagini

Adecco_1Adecco_2Adecco_3

 

Adecco_45--Social-Recruiting-AdeccoAdecco_6

Adecco_7Adecco_8

Lascia un commento